Grasso (Opi Arezzo): Infermieri indispensabili sulle ambulanze.

Il presidente dell’OPI di Arezzo interviene sul dibattito in corso in Toscana sull’assenza degli Infermieri sulle ambulanze del 118.

“La decisione di trasformare l’ambulanza infermierizzata di Siena in medicalizzata, richiesta fortemente dalla nuova amministrazione comunale e assecondata dal Direttore Generale della Asl Toscana Sud Est, ha suscitato fin da subito un’autentica levata di scudi da parte di tutto il mondo della professione infermieristica”. A dichiararlo Giovanni Grasso, presidente sordine Infermieri di Arezzo.
“Nella nostra realtà infatti il modello basato sulle ambulanze infermierizzate è ormai consolidato, ed è il frutto di un lavoro di formazione continua sui nostri professionisti che, ad oggi, possiamo considerare davvero in possesso di una preparazione specifica sull’emergenza urgenza che rappresenta un patrimonio anche per la sicurezza dei cittadini. Abbiamo rappresentato questo malcontento anche al Dg, ottenendo chiare risposte sul fatto che il modello non è in discussione, e che quella di Siena rappresenta semplicemente una sperimentazione a tempo, un anno, durante la quale gli infermieri del 118 continueranno la loro formazione per ritrovarsi al termine del periodo previsto ancora più pronti a compiere il proprio dovere. Nel frattempo nel territorio della provincia di Arezzo entreranno in funzione altre due ambulanze infermierizzate, a dimostrazione di un modello che conferma la sua efficacia con i numeri e con i fatti” – conclude Grasso.

Potrebbe interessarti...