Pubblicità

Il Policlinico di Bari ha avviato un procedimento disciplinare nei confronti di 12 medici e 8 infermieri che hanno partecipato, durante l’orario di servizio, ad una festa privata organizzata in un reparto dell’ospedale pediatrico Giovanni XXIII.

La direzione sanitaria – così come riferisce l’agenzia di stampa Ansa.it – ha acquisito la documentazione fotografica diffusa sui social network dai dipendenti e ha identificato i partecipanti, “richiedendo al responsabile dell’unità operativa una relazione istruttoria per verificare se, oltre all’evidente mancato rispetto delle regole di distanziamento e corretto utilizzo delle procedure di prevenzione e controllo dell’infezione da Covid-19, che ha messo a repentaglio la sicurezza degli operatori e la continuità delle cure, possa essersi verificata una interruzione di pubblico servizio o altra condotta penalmente rilevante che darebbe luogo ad una responsabilità di natura penale, oltre che disciplinare“.

La direzione aziendale annuncia che trasmetterà gli atti all’autorità giudiziaria per l’accertamento delle responsabilità.

Ora Medici e Infermieri rischiano anche la sospensione dal lavoro e dall’attività professionale per aver eluso gli obblighi aziendali e per non aver rispettato i dettami dei rispettivi Codici Deontologici.