Pubblicità

La Regione Lombardia e le Università decidono di anticipare le sessioni di laurea al 10 marzo 2020. Ciò per avere immediatamente infermieri da assumere per combattere il Coronavirus. Ciò dopo il richiamo di pensionati e liberi professionisti.

Emergenza Coronavirus in Lombardia. La Regione d’intesa con la Conferenza dei Rettori chiede di anticipare le lauree in Infermieristica al 10 marzo 2020. Ciò per avere a disposizione e da subito neo-Infermieri e neo-Infermiere da inserire nel mondo del lavoro. Nei giorni scorsi si era pensato a richiamare in attività i colleghi pensionati e i liberi professionisti.

“Ad aprile si laureavano solo a Milano 150 infermieri e ce ne sono molti altri in Lombardia. Abbiamo chiesto la possibilità di anticipare le lauree per avere immediatamente a disposizione e immettere nel sistema” nuovi infermieri e il presidente della Conferenza dei Rettori della Lombardia “ci ha detto che le lauree saranno fatte in teleconferenza e avremo a disposizione un numero molto alto di infermieri già dal 10 marzo”.

Lo ha detto l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, in conferenza stampa a Milano sull’emergenza coronavirus. Lo riferisce l’agenzia di stampa Adnkronos.