Pubblicità

Forse un arresto cardiaco all’origine del decesso. Addio a Valentina Cavallini, 41 anni, Infermiera dal sorriso angelico.

Si sono celebrati nei giorni scorsi i funerali di Valentina Cavallini. La sua morte ha destato profondo sgomento e dolore all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina dove lavorava la giovane infermiera. Una morte improvvisa, senza alcun preavviso, molto probabilmente a causa di un arresto cardiaco, che nella notte tra mercoledì e giovedì scorsi, ha strappato la giovane mamma ai suoi due bambini di 4 e 10 anni, e al suo amato marito.

All’improvviso, nel cuore della notte, all’interno del calore della loro casa di Aprilia, Valentina, iscritta all’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Latina, se n’è andata. Inutili sono stati i soccorsi, per la donna non c’è stato nulla da fare. Valentina aveva 40 anni, da un anno lavorava alla Centrale di Continuità Assistenziale del Goretti, in precedenza aveva lavorato per un lungo periodo nel reparto di chirurgia sempre nel nosocomio di Latina.

I colleghi la ricordano come il sole fatto persona per la sua dolcezza e quel sorriso che le illuminava sempre il viso. La tragica scomparsa ha letteralmente sconvolto il personale del Goretti che in tutti questi anni ha lavorato con lei, un lavoro che Valentina amava molto e che svolgeva con passione, professionalità e quella sensibilità che l’ha resa così amata da tutti. Sotto choc la famiglia e gli amici, la sua scomparsa lascia un vuoto enorme e incolmabile, un dolore intenso e profondo. Una donna dolce e solare, nonostante avesse vissuto il grande dolore della perdita della mamma; un padre disabile molto amato, un fratello a cui era molto legata e tanti amici con cui condivideva la quotidianità.

Fonte: Il MessaggeroAssoCareNews.it