Pubblicità

Non ce l’ha fatta Lidano Petrianni, Infermiere di 59 anni della provincia di Latina, morto per Covid-19. Si era ammalato qualche settimana fa.

Il Covid-19 ha mietuto un’altra vittima tra i professionisti sanitari. Questa volta è toccato a Lidano Petrianni, 59 anni, ucciso dal Coronavirus dopo essersi infettato in reparto. Era originario di Roccagorga e lavorava al Pronto Soccorso di Sezze.

Lidano era iscritto all’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Latina, il cui presidente e il cui CDA si stringono al dolore dei familiari, degli amici e dei pazienti che lo hanno conosciuto e apprezzato in vita per la sua professionalità e per la sua umanità.

ha portato via un’altra vita. E’ di poche ore fa la notizia della scomparsa di un infermiere di Sezze, Lidano Petrianni, 59 anni, che ha contratto il virus nell’esercizio della sua professione. A diffondere la notizia è stata l’amministrazione comunale di Roccagorga attraverso il sindaco Nancy Piccaro, presidente provinciale dell’Ordine degli infermieri.

“Lavorava da anni al Pronto Soccorso di Sezze – scrive su Facebook Annunziata Piccaro, sindaco di Roccagorga e presidente dell’OPI di Latina – chissà quante persone di Roccagorga recandosi li sono stati accolti dalla sua professionalità, umanità e gentilezza. Ai suoi familiari e a tutta la comunità di Sezze vanno le nostre condoglianze e la nostra vicinanza. Stiamo combattendo una terribile guerra, continuiamo a mantenere sempre alta l’attenzione per proteggere noi stessi e tutti gli altri”.

Petrianni, secondo le ricostruzioni giornalistiche, si era ammalato di Covid-19 settimane fa ed era stato ricoverato in ospedale. Le sue condizioni cliniche sono precipitate all’improvviso fino all’intubazione e al decesso per complicanze di una grave polmonite bilaterale.

Leggi anche:

Coronavirus. Tutti gli Infermieri morti per Covid-19. Oltre 28.000 contagiati sul lavoro.

2 COMMENTS

Comments are closed.