histats.com
martedì, Aprile 16, 2024
HomeIn evidenzaVeronica (Infermiera): "gestiti da due coordinatrici fuori di senno, già tre colleghi...

Veronica (Infermiera): “gestiti da due coordinatrici fuori di senno, già tre colleghi si sono licenziati; chiediamo controlli”.

Pubblicità

Ci scrive Veronica (Infermiera): “gestiti da due coordinatrici fuori di senno, già tre colleghi si sono licenziati; lo Stato ci ha abbandonati, chi controlla?”.

Carissimo Direttore,

mi chiamo Veronica (nome di fantasia), da tempo lavoro in una Azienda Servizi alla Persona in Emilia Romagna. La nostra viene indicata come una ridente regione dal punti di vista sanitario e socio-sanitario e invece non è così, almeno nella ASP dove lavoro.

Nella struttura dove lavoro si vive nel terrore più assoluto, con una coordinatrice di struttura che è una Operatrice Socio Sanitaria (OSS) oltre che sindacalista della CGIL e con una Responsabile delle Attività Sanitarie (RAS), la caposala per intenderci, di una incompetenza unica e con chiari problemi di natura psichiatrica.

Abbiamo più volte sollevato il problema alla direzione centrale dell’Azienda, ma siamo stati presi sempre a pesci in faccia. Ci siamo anche rivolti ai sindacati, ma il potere della Coordinatrice di struttura evidentemente va oltre ogni aspettativa. Nulla è infatti accaduto.

Nell’ultimo anno si sono licenziati ben tre Infermieri per vessazioni e mobbing, ma a nessuno è interessato. La mobilità verso la struttura è andata praticamente deserta, come pure sono finiti subito i posti nella graduatoria dell’ultimo concorso.

Noi siamo allo stremo e credo che altri di noi lasceranno. In questo clima a rimetterci sono sempre e solo i pazienti, poveri anziani, vengono lasciati a sé stessi.

Anche io sto cercando lavoro altrove, ma se andrò via me ne andrò sconfitta, perché non sono riuscita a far capire al mondo esterno che questa è una clinica degli orrori e degli errori, dove gli OSS comandano (e a volte decidono anche sulla terapia da somministrare, soprattutto di notte), le RAA dissacrano il nostro lavoro in maniera scientifica (impartendo anche consigli sanitari ai parenti degli ospiti) e noi Infermieri siamo diventati l’ultima ruota del carro.

Tutto ciò mentre l’Ordine delle Professioni Infermieristiche a cui tutti siamo iscritti continua a fare orecchie da mercante. Che vergogna e che umiliazione continua per la nostra professione.

Grazie per aver accolto il mio sfogo, se potessi tornare indietro rifarei cento, anzi mille volte, la cameriera.

Buon lavoro.

Veronica, una Infermiera umiliata

PS = Faccio appello al governatore dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, e ai sindaci della regione di venire a vedere cosa accade veramente nelle nostre strutture e senza preavviso, sennò non serve a nulla.

_________________________

AVVISO!

  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a redazione@assocarenews.it
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AssoCareNews.itLINK

Consigliati da AssoCareNews.it:

RELATED ARTICLES

Novità

© 2023-2024 Tutti i diritti sono riservati ad AUSER APS - San Marco in Lamis - Tra sanità, servizi socio sanitari e recupero della memoria - D'intesa con AssoCareINFormazione.it.

© 2023-2024 ACN | Assocarenews.it

Quotidiano Sanitario Nazionale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Andrea Ruscitto, Lorisa Katra, Luigi Ciavarella, Antonio Del Vecchio, Francesca Ricci, Arturo AI.

Per contatti: WhatsApp > 3474376756Scrivici

Per contatti: Cell. > 3489869425PEC

Redazione Centrale: AUSER APS - Via Amendola n. 77 - San Marco in Lamis (FG) – Codice Fiscale: 91022150394