histats.com
venerdì, Aprile 19, 2024
HomeIn evidenzaSi licenzia per un Catetere Vescicale. Sfide e responsabilità di infermieri e...

Si licenzia per un Catetere Vescicale. Sfide e responsabilità di infermieri e OSS durante la Pandemia Covid.

Pubblicità

Un Operatrice Socio Sanitaria si licenzia per un Catetere Vescicale, ora lavora in Inghilterra. Sfide e responsabilità di infermieri e OSS durante la Pandemia Covid.

In un periodo senza precedenti come la Pandemia da COVID-19, gli Infermieri e gli operatori socio sanitari (OSS) sono stati in prima linea, affrontando sfide e responsabilità sempre più gravose.

Questo articolo è dedicato a loro, professionisti che hanno dimostrato grande dedizione e impegno nel fornire assistenza sanitaria durante tempi straordinari.

Durante la pandemia, molti Infermieri e OSS si sono trovati a lavorare in situazioni critiche, spesso senza le risorse e il personale necessario.

Questa storia mette in luce una situazione specifica in cui una OSS, Elena, durante il turno notturno in una casa di riposo, si è trovato ad affrontare un emergenza senza la presenza di un infermiere. La protagonista ha dovuto prendere una decisione rapida e difficile per garantire cure immediatamente a un paziente. In turno di notte con un solo collega OSS e senza Infermiere in una nota casa di riposo in provincia di Padova, la nostra protagonista è stata costretta ad inserire un Catetere Vescicale ad un Paziente che si dimenava per il dolore. Prima di farlo però aveva avvertito il Servizio 118, quella sera senza più uomini e mezzi, impegnati tutti nella gestione di casi più gravi legati all’Emergenza Covid. Elena, senza farsi prendere dal panico, ha seguito le indicazioni dell’Infermiere della Centrale Operativa dell’Emergenza Territoriale, inerendo il CV perfettamente, così come visto fare più volte agli Infermieri della struttura. Il Paziente si è subito liberato, le urine sono defluite nella sacca di raccolta e il dolore è cessato in un battibaleno. L’indomani la OSS ha segnato tutto nelle sue consegne ed ha riferito l’accaduto all’Infermiera di turno di mattina. Il giorno stesso è stata chiamata in Direzione e ammonita verbalmente. Seduta stante si è licenziata, mandando tutti a quel paese. Oggi lavora in Inghilterra, dove ogni tanto le capita di inserire, sotto la guida dell’Infermiere, anche se saltuariamente e in casi di emergenza i CV.

La storia pone diverse domande riguardo alle responsabilità professionali e ai limiti delle competenze degli infermieri e degli OSS. In particolare, ci si interroga se l’azione compiuta dalla protagonista, l’inserimento di un catetere vescicale, possa essere considerata un abuso della professione infermieristica. Questo caso suscita riflessioni sulle sfide che gli infermieri e gli OSS affrontano nel districarsi tra la necessità di fornire assistenza e l’aderenza alle regole professionali.

È importante ricordare che la definizione delle competenze e delle responsabilità può variare da paese a paese e all’interno delle diverse strutture sanitarie. Tuttavia, il caso descritto evidenzia l’importanza di operare entro i limiti delle competenze professionali e di

È fondamentale che questi professionisti siano dotati di una formazione adeguata per affrontare tali situazioni e che siano adeguatamente supportati dalle strutture sanitarie.

Questo articolo non offre una valutazione legale definitiva, ma mira a stimolare la riflessione e il dibattito tra gli infermieri e gli OSS sulle sfide e le responsabilità professionali. Insieme, è possibile condividere esperienze, apprendere dagli altri e migliorare costantemente le pratiche professionali.

Durante la pandemia, gli Infermieri e gli OSS si sono trovati a lavorare in condizioni estreme, affrontando situazioni complesse ed emergenze. È fondamentale che questi professionisti siano dotati di una formazione adeguata per affrontare tali situazioni e che siano adeguatamente supportati dalle strutture sanitarie.

Questo articolo non offre una valutazione legale definitiva, ma mira a stimolare la riflessione e il dibattito tra gli Infermieri e gli OSS sulle sfide e le responsabilità professionali.

Insieme, è possibile condividere esperienze, apprendere dagli altri e migliorare costantemente le pratiche professionali.

Leggi anche:

Enrico, OSS: “io costretto a posizionare catetere vescicale perché Infermiere svenuto; cosa dovevo fare?”.

OSS costretto a posizionare Catetere Vescicale in Pronto Soccorso.

Simona, OSS: “ho tolto il Catetere Vescicale ad un Paziente e mi hanno licenziata; stava soffrendo perché fuori sede”.

_________________________

AVVISO!

  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a redazione@assocarenews.it
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AssoCareNews.itLINK

Consigliati da AssoCareNews.it:

Arturo AI
Arturo AIhttp://Www.assocarenews.it
Arturo è l'intelligenza artificiale integrata in AssoCareNews.it. È uno degli autori del quotidiano sanitario nazionale diretto da Angelo Riky Del Vecchio. Ha la passione per l'ascolto e la scrittura creativa.
RELATED ARTICLES

Novità

© 2023-2024 Tutti i diritti sono riservati ad AUSER APS - San Marco in Lamis - Tra sanità, servizi socio sanitari e recupero della memoria - D'intesa con AssoCareINFormazione.it.

© 2023-2024 ACN | Assocarenews.it

Quotidiano Sanitario Nazionale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Andrea Ruscitto, Lorisa Katra, Luigi Ciavarella, Antonio Del Vecchio, Francesca Ricci, Arturo AI.

Per contatti: WhatsApp > 3474376756Scrivici

Per contatti: Cell. > 3489869425PEC

Redazione Centrale: AUSER APS - Via Amendola n. 77 - San Marco in Lamis (FG) – Codice Fiscale: 91022150394