histats.com
sabato, Aprile 20, 2024
HomeProfessioni SanitarieFisioterapistiObbligo ECM per Infermieri e Professioni Sanitarie: sanzioni per chi non è...

Obbligo ECM per Infermieri e Professioni Sanitarie: sanzioni per chi non è in regola entro il 31 dicembre 2023.

Pubblicità

L’Educazione Continua in Medicina (ECM) è obbligatoria per tutte le professioni sanitarie in Italia dal 2002.

La Commissione Nazionale ECM ha prorogato il termine ultimo per l’aggiornamento al 31 dicembre 2023, relativo al triennio 2020-2022, senza prevedere ulteriori proroghe.

Il Ministro della Salute, Orazio Schillaci, ha avvertito che coloro che non si metteranno in regola rischiano sanzioni fino alla sospensione dall’ordine di riferimento e la perdita della copertura assicurativa. L’articolo 38 bis del DL n. 152/2021 specifica che, a partire dal triennio formativo 2023-2025, l’efficacia delle polizze assicurative è condizionata all’assolvimento di almeno il 70% dell’obbligo formativo individuale dell’ultimo triennio utile in materia di formazione continua in medicina.

Per verificare lo stato di adempimento, i professionisti possono consultare la piattaforma governativa attraverso CogeAps tramite SPID, dove è possibile visualizzare i crediti ECM conseguiti.

Il Coina (Collegio IPASVI di Napoli) invita i professionisti a controllare la situazione dei crediti ECM e offre corsi gratuiti, sia in presenza che in modalità FAD, per aiutare nel raggiungimento degli obblighi formativi.

Ecco un riepilogo delle informazioni chiave riguardanti l’obbligo ECM per infermieri e professioni sanitarie in Italia:

Obbligo ECM (Educazione Continua in Medicina):

  • L’ECM è obbligatorio per tutte le professioni sanitarie in Italia dal 2002.
  • La Commissione Nazionale ECM ha prorogato il termine ultimo al 31 dicembre 2023 per l’aggiornamento dei crediti ECM relativi al triennio 2020-2022.
  • Non sono previste ulteriori proroghe oltre questa data.

Sanzioni per Inadempienti:

  • Il Ministro della Salute, Orazio Schillaci, ha avvertito che chi non si mette in regola entro il 31 dicembre 2023 rischia sanzioni.
  • Le sanzioni possono includere la sospensione dall’ordine di riferimento e la perdita della copertura assicurativa.
  • L’articolo 38 bis del DL n. 152/2021 condiziona l’efficacia delle polizze assicurative all’assolvimento di almeno il 70% dell’obbligo formativo individuale nell’ultimo triennio utile.

Verifica dello Stato di Adempimento:

  • I professionisti possono consultare la piattaforma governativa tramite CogeAps utilizzando SPID per visualizzare i crediti ECM conseguiti e verificare lo stato di adempimento.

_________________________

Per il lettore:

  • Vi suggeriamo di seguire anche QuotidianoSanitario.it, il primo quotidiano sanitario interamente gestito dall’Intelligenza Artificiale: LINK
  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a redazione@assocarenews.it
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AssoCareNews.itLINK

Consigliati da AssoCareNews.it:

RELATED ARTICLES

Novità

© 2023-2024 Tutti i diritti sono riservati ad AUSER APS - San Marco in Lamis - Tra sanità, servizi socio sanitari e recupero della memoria - D'intesa con AssoCareINFormazione.it.

© 2023-2024 ACN | Assocarenews.it

Quotidiano Sanitario Nazionale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Andrea Ruscitto, Lorisa Katra, Luigi Ciavarella, Antonio Del Vecchio, Francesca Ricci, Arturo AI.

Per contatti: WhatsApp > 3474376756Scrivici

Per contatti: Cell. > 3489869425PEC

Redazione Centrale: AUSER APS - Via Amendola n. 77 - San Marco in Lamis (FG) – Codice Fiscale: 91022150394