Pubblicità

Incredibile giallo a Piacenza dove l’AUSL dapprima introduce le Auto Infermieristiche per il SET118, poi cancella il post dalla sua Pagina Facebook e senza dare spiegazioni.

Un pugno nello stomaco alla Professione Infermieristica a Piacenza. Insorgono gli Infermieri dell’Emergenza territoriale, che chiedono lumi all’AUSL per la rimozione di un post pubblicato sulla sua Pagina Facebook e poi miracolosamente sparito. E non se ne conosce il motivo.

Il posto dell’AUSL di Piacenza introduceva la nascita di Auto Infermieristiche a sostegno dell’area del Servizio Emergenza Territoriale 118. Era arrivato anche il plauso di Roberto Romano, presidente della SIIET, che aveva brindato ad un riconoscimento di competenze e di valori professionali che finalmente giungevano da una AUSL.

Poi la doccia fredda, con la cancellazione del post e il pugno nello stomaco ad una professione fin troppo martoriata dalla politica e dalle dirigenze.

La presa di posizione della solita Balanzoni.

Barbara Balanzoni, con i suoi post al vetriolo, era scesa in campo per condannare proprio la decisione della AUSL di Piacenza di dare spazio all’Auto Infermieristica.

Dopo la cancellazione del post la solita ilarità di balanzoniana memoria, che ha ancora una volta gettato discredito sul mondo infermieristico, con la complicità di fatto di un’Azienda sanitaria pubblica.

Le dovute scuse dell’AUSL di Piacenza non sono ancora arrivate.

Forse si tratta solo di un errore o della volontà politica dei soliti noti, fatto sta l’AUSL di Piacenza deve ora chiarire con gli Infermieri, farlo in fretta e con le dovute giustificazioni del caso, sempre che ce ne siano di reali e inconfutabili.

Robe da pazzi.