histats.com

Violenza Operatori Sanitari: la FNOPO in prima linea a fianco del Ministro Roberto Speranza.

Violenza Operatori Sanitari: la FNOPO in prima linea a fianco del Ministro Roberto Speranza.

Si torna a discutere di violenza nei confronti degli operatori sanitari nell’apposito Tavolo Permanente voluto dal Ministero della Salute. Per FNOPO: “è un buon inizio quello del ministro Speranza”.

Su convocazione del Ministro della Salute Roberto Speranza, presso la sede del Dicastero, si sono riaperti i lavori del Tavolo permanente di lavoro sulla sicurezza degli operatori sanitari e per la prevenzione degli episodi di violenza ai danni di tali operatori.
“Un atto politico importante, per il quale la Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica ringrazia il ministro Speranza per la sua coerenza e la celerità con cui ha chiamato tutte le professioni sanitarie coinvolte a sedersi al Tavolo per un proficuo confronto – commentano i vertici FNOPO -. Il Ministro, infatti, ha dimostrato disponibilità all’ascolto, al confronto, valorizzando i documenti prodotti dall’Osservatorio istituito nel 2018 e non più riunito nella passata legislatura giallo-verde. Anche oggi la Federazione ha portato le istanze della Categoria Ostetrica che, al pari delle altre professioni, è quotidianamente a rischio soprattutto in contesti delicati quali il pronto soccorso ostetrico, così come le sale parto, dove l’evento nascita può avere esiti infelici e i parenti delle donne, a volte, sentendosi vittime di malasanità pensano di potersi fare giustizia da sé con la violenza, fisica e verbale. Non meno rischiosi possono essere altri luoghi dove operano le ostetriche, ad esempio i consultori familiari, in ragione delle informazioni ed educazione per la prevenzione di malattie sessualmente trasmissibili e il servizio di interruzioni volontarie di gravidanza, nonché i domicili delle donne che vengono seguite dalle ostetriche territoriali – spiegano le rappresentanti nazionali delle Ostetriche -. La FNOPO, anche in questa occasione, ha partecipato al tavolo con spirito di collaborazione e sinergia con le altre professioni, ormai coordinate dal febbraio 2019 nel Coordinamento delle professioni socio-sanitarie.

Il primo auspicio è che, dopo l’approvazione in Senato del DDl n. 867, anche la Camera possa approvarlo in tempi altrettanto rapidi, con la modifica prospettata dal responsabile dell’Ufficio legale del Ministero, nel corso del suo intervento, per la parte relativa all’art 4 del DDl 867 sulla procedibilità su querela di parte che dovrebbe diventare d’ufficio. Ciò andrebbe a costituire un deterrente sulla popolazione che deve vedere nel professionista un pubblico ufficiale nell’esercizio della propria professione e rispettarne il ruolo.

Dall’incontro, inoltre, sono emerse iniziative di particolare interesse – aggiungono i vertici FNOPO -: l’esigenza di rivedere la raccomandazione del Ministero della Salute n. 8/2017 “Raccomandazione per prevenire gli atti di violenza a danno degli operatori sanitari”, in quanto obsoleta alla luce dei sempre più crescenti episodi , e quindi la necessità di adeguarla anche alle indicazioni che scaturiscono dalla legge 24/2017; importanza riconosciuta alla formazione di base e post base, al fine di creare nei professionisti della salute una cultura di comunicazione serena e conciliativa per prevenire possibili fenomeni di aggressione.

Infine, è stata evidenziata l’esigenza di prevedere una diversa modalità di utilizzo delle video registrazioni nei luoghi di cura, attraverso un confronto tra Ministero e Authority. Sarebbe auspicabile l’adozione di una buona prassi già sperimentata nelle regioni del Friuli Venezia Giulia e del Veneto dove, grazie al coinvolgimento della società civile, è stata messa in campo una maggiore tutela del territorio anche con l’accompagnamento fisico dei professionisti sanitari nelle postazioni di guardie mediche più a rischio, soprattutto per la forte componente femminile.

Con l’occasione, infine, -concludono le rappresentanti nazionali delle Ostetriche – è stata ricordata e rinnovata al ministro Speranza la richiesta di incontro con la FNOPO, già inoltrata, e che potrebbe essere calendarizzata a breve”.

Redazione

Servizio Redazionale.

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394