histats.com
mercoledì, Settembre 22, 2021
Pubblicità
HomeProfessioni SanitarieOsteopati sul piede di guerra, indignati dopo tweet ministro Speranza. In arrivo...

Osteopati sul piede di guerra, indignati dopo tweet ministro Speranza. In arrivo querele.

Osteopati sul piede di guerra dopo tweet del ministro Speranza che ha registrato decine di commenti offensivi. Partiranno querele personali.

Gli osteopati non ci stanno. Sono passati appena 5 giorni dall’ingresso del profilo fra le professioni sanitarie e già sono state annunciate azioni legali personali.

Il tutto nasce dall’accoglienza del tweet del ministro Roberto Speranza.

Tra gli oltre cinquecento commenti ve ne sono decine che esprimono contrarietà all’evoluzione del profilo. Ancor più grave è che alcuni sono stati inviati da appartenenti ai vari profili professionali sanitari.

Alcuni di essi esprimono qualcosa che va oltre la singola opinione, tracimando nella diffamazione.

Sono giunti in redazione diverse segnalazioni e screenshots, con la preghiera di pubblicazione dell’intento da parte di un gruppetto di singoli osteopati lombardi del seguente messaggio:

“La pubblicazione a mezzo twitter di frasi cariche di pregiudizio, diffamazione del ruolo e di gratuito odio verso un nuovo profilo professionale non è qualcosa che può essere ingnorata. Al fine di tutelarci come neo professionisti verso i cittadini e verso gli altri professionisti e al fine di stroncare sul nascere quello che potrebbe diventare un precedente di impunità, annunciamo che gli screenshot in allegato saranno oggetto di querela. A questo proposito abbiamo dato mandato ai nostri avvocati di rappresentarci.

Firmato

15 Osteopati delle province di Milano, Lodi, Brescia”.

Vi terremo aggiornati sullo sviluppo della questione.

Comitato di Redazione
Servizio Redazionale.
RELATED ARTICLES

2 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394