Pubblicità

Emergenza Coronavirus. Torneremo presto ad uscire di casa, forse già al 4 maggio, ma lo faremo gradualmente e con una APP che traccia i nostri spostamenti. Si chiamerà “Immuni”. Privacy addio. E’ giusto che lo Stato ci spii?

L’Emergenza Coronavirus non può continuare a tenere ferma l’Italia e gli italiani. Si parla di graduale riapertura e della possibilità di tornare a fare una vita semi-autonoma e più tranquilla dopo oltre un mese di prigionia casalinga. Lo si farà, però, in modalità tracciata, ovvero saremo tutti mappati da una APP che seguirà attimo per attimo i nostri spostamenti e se infetti invierà a tutti quelli a noi vicini un messaggio per digli di stare lontani almeno due metri.

Finisce la nostra privacy per sempre.

“E’ questione di ore” secondo quanto apprende l’ANSA la firma del contratto per l’app italiana del tracciamento del contagio da coronavirus.

“Il Governo sta accelerando” – spiegano le stesse fonti. La scelta convergerebbe verso l’app progettata da Bending Spoons assieme ad altre realtà come il centro medico Santagostino di Luca Foresti e si chiamerebbe Immuni. Il passaggio finale dovra’ comunque essere sancito dalla task force di Vittorio Colao e passare alla firma del Commissario Arcuri.

In Cina l’hanno già fatto e sta funzionando, ma la nostra vita cambierà per sempre.