Pubblicità

Lo sfogo di Maria Vivido, Operatrice Socio Sanitaria: “ho 34 attestati e un diploma di maturità, ma nessuno ne tiene conto, rimarremo per sempre ignoranti per le dirigenze”.

Buongiorno Marco,

sono una OSS e vorrei dirLe, a carattere generale, che il nostro Profilo ci VIETA certe pratiche, pena sanzioni pecuniarie e/o disciplinari. Le Aziende in cui gli Operatori Socio Sanitari lavorano mettono a disposizione corsi di FORMAZIONE OBBLIGATORIA a cui bisogna necessariamente partecipare, quindi deduco che l’istruzione che abbiamo sia quella attualmente richiesta per il compimento del nostro dovere.

Marco, OSS: “gli Operatori Socio Sanitari hanno paura di crescere e di evolversi”.

In 5 anni di lavoro come OSS, ho acquisito esattamente 34 attestati di frequenza a corsi obbligatori e facoltativi, fra cui anche quelli da Lei menzionati; posseggo una qualifica OSS e un diploma di scuola superiore di 5 anni e posso garantirLe che di tutto questo non ne tiene conto nessuno.

Per me, come per altri OSS, non c’è alcuna possibilità di progredire, mi ritengono “ignorante” fra gli “ignoranti” e non sufficientemente preparata.

Marco spero che la mia testimonianza possa farLe comprendere che, come in ogni settore e per ogni figura professionale, non bisogna MAI GENERALIZZARE.

Le auguro Buon Lavoro!

Maria Vivido, OSS