histats.com
venerdì, Ottobre 7, 2022
HomeIn evidenzaLavorare in Australia: quali possibilità, stipendio e benefits per Infermieri, Fisioterapisti, Ostetriche...

Lavorare in Australia: quali possibilità, stipendio e benefits per Infermieri, Fisioterapisti, Ostetriche e Medici?

Pubblicità

Lavorare in Australia: quali possibilità, stipendio e benefits per Infermieri, Fisioterapisti, Ostetriche e Medici? Ne parliamo con Just Australia e Australia Legal.

Lavorare in Australia: il “paese dei canguri” cerca Infermieri, Fisioterapisti, Ostetriche e Medici.

Ma come fare per emigrare come lavoratori? Ne abbiamo parlato con Ilaria Gianfagna, founder di Just Australia, agenzia di immigrazione, e Riccardo Ippoliti, Agente di immigrazione, founder di Australia Legal:

Molti professionisti sanitari sognano di lasciare l’Europa per l’Australia. Quali possibilità esistono per Infermieri, Fisioterapisti e Ostetriche di venirci a lavorare?

In Australia c’è una richiesta alta e costante di infermieri, fisioterapisti, ostetriche, medici e operatori sanitari in generale.

Questo perché l’Australia ha creato un programma di immigrazione “skilled” il che significa che i professionisti specializzati, con un buon livello d’inglese, hanno la possibilità di trasferirsi in maniera permanente down under.

L’Australia ha sempre avuto ed ad oggi ancora di più a causa pandemia, una forte necessità di personale specializzato straniero. Questo perché non ci sono sufficienti lavoratori in Australia.

Esiste una lista delle professioni più richieste che viene aggiornata ogni anno e include oltre agli operatori sanitari, anche i professionisti che lavorano in ambito scientifico e tecnico. Parliamo anche di ingegneri, insegnanti, architetti, scienziati. C’è anche un’altissima domanda di addetti alle costruzioni e alla ristorazione e molto altro ancora.

Quanto si può guadagnare e quali sono i benefits che spesso vengono offerti a professionisti sanitari che arrivano dall’estero?

Le opportunità di lavoro sono tante e ben retribuite, sia nel settore pubblico che in quello privato. Il sito Payscale Australia è un ottimo punto di riferimento per capire l’ordine degli stipendi.

Facciamo qualche esempio.

Un’infermiere registrato guadagna $66,000 l’anno. A seconda dei turni, la città, la struttura dove si è impiegati si possono raggiungere gli $87,000 l’anno. La stessa cifra vale per un fisioterapista o per un’ostetrica.

Quando si parla di medici, le cifre aumentano.

Un medico di base prende circa $130,000 l’anno e può arrivare fino a $270,000 di stipendio, mentre un chirurgo generico parte da $162,000 per arrivare fino a $320,000 l’anno.

Perché scegliere l’Australia? Principalmente lo stile di vita, oltre che naturalmente gli stipendi proporzionati al costo della vita. Quindi l’Australia è cara, ma si guadagna molto bene. Questo permette di focalizzarsi non solo sulla propria carriera, ma anche sul tempo libero, le passioni, i viaggi, la natura, i propri cari.

In Australia i dipendenti sono molto tutelati e c’è la tendenza a non superare le 7 ore lavorative. Questo perché tutti possano dare il massimo sul lavoro, senza trascurare la vita privata. Inoltre le aziende in Australia tendono ad avere un numero di personale superiore a quello che si vede in Italia, proprio per dare la possibilità a tutti di lavorare serenamente e prendersi le dovute ferie, permessi e staccare a turno finito.

Ok ci hai convinto. Quali sono i passi da fare per emigrare?

Il primo step è quello di effettuare una consulenza con un agente di immigrazione.

L’obiettivo è quello di analizzare il curriculum e capire quali sono le opportunità in termini di visti sponsor e permanenti.

Per svolgere il lavoro di infermiere in Australia è necessario portare avanti una procedura complessa e che precede una qualsiasi pratica di visto. Il tutto inizia con una pratica volta ad ottenere la registrazione di infermiere in Australia.

A quel punto ed una volta ottenuta la registrazione, può essere possibile lavorare come infermiere in Australia e quindi anche considerare un visto di lavoro sponsor (con un datore di lavoro). Se invece è vostra intenzione applicare per dei visti skilled autonomi indipendente (senza un datore di lavoro) in aggiunta alla registrazione sarà necessario completare il percorso con la pratica dello skills assessment.

Nello specifico e per quanto concerne le procedure dei visti per l’Australia, la figura dell’infermiere si trova nella Medium Long Term List, nota anche come Lista di figure di maggiore necessità per il programma di immigrazione. Quando ciò accade, il visa applicant, munito sia di registrazione sia di skills assessment, potrà prendere in considerazione i visti sponsor oppure i visti autonomi.

I visti sponsor richiedono che come infermiere si abbia sia il titolo di studio sia un’esperienza di almeno 2 anni ed un livello di inglese (per il visto e non per la registrazione) di almeno 5 nel test IELTS. Le sottoclassi di visto di tipo sponsor temporaneo sono il visto 482.

Per i visti di tipo autonomo (per cui è necessario ottenere un invito ad applicare) viene richiesto di avere obbligatoriamente lo skills assessment ed un livello (sempre per il visto) di almeno 6 nel test di inglese IELTS. In questo caso, i visti potenzialmente percorribili saranno la sottoclasse 189 ma anche la sottoclasse 190 e 491 che richiede l’invito da parte di uno stato australiano.

Per tornare alla parte relativa all’autorizzazione a poter svolgere il lavoro di infermiere, per darvi più di un’idea, seppure le procedure siano state cambiate recentemente e quindi in costante aggiornamento, sarà necessario procedere come segue:

Preparare ed applicare per una richiesta volta a far esaminare la documentazione relativa agli studi effettuati nel proprio paese. Lo scopo è quello di ottenere la conferma che quanto studiato fuori dall’Australia sia riconosciuto.

Superata questa prima parte della procedura, l’ente preposto indicherà il tipo di percorso che dovrà essere portato avanti per seguire con le fasi finali necessarie per la registrazione.

Tipicamente e seppure ogni caso sia differente, per chi ha studiato in Italia, verrà richiesto di effettuare un esame a quiz a cui poi seguirà la richiesta di effettuare un esame, sul posto, per concludere il tutto ed ottenere la registrazione.

A quanto appena descritto è necessario aggiungere che sarà necessario, quando richiesto, sostenere un test di inglese ed ottenere un voto di almeno 7 nel test IELTS accademico o l’equivalente ammesso nel test specifico per infermieri OET”

La comunità italo-australiana è una delle etnie più folte, a testimonianza ulteriore che ai nostri compatrioti è sempre piaciuto raggiungere questa meravigliosa isola. Cosa consigli a coloro che si apprestano a lasciare il nostro paese per ricominciare una nuova vita?

Le principali città sono metropoli sul mare, e nonostante si parli di città da milioni di abitanti, la vita scorre tranquilla, c’è poca burocrazia, il welfare, le infrastrutture, la sanità, l’istruzione raggiungono un livello di efficienza sorprendente e questo contribuisce allo stile di vita, in cui lo stipendio e il tram tram quotidiano non rappresentano una fatica quotidiana.

È molto normale per gli australiani andare in spiaggia tutti i giorni, anche solo per una nuotata, una passeggiata, è altrettanto normale praticare sport almeno quattro volte a settimana e vivere a contatto con la natura. La maggior parte delle attività, infatti si svolge all’aria aperta.

L’Australia è un paese estremamente multi-etnico, basato sull’immigrazione, questo permette di integrarsi facilmente e conoscere culture diverse. Inoltre gli australiani hanno un atteggiamento molto positivo, sono generalmente persone disponibili, gentili e hanno un senso etico e civico molto forte.

Difficile, infatti, non rimanere affascinati da questo stile di vita, molto diverso dall’Europa. Forse solo simile al Nord Europa ma con centinaia di giorni di sole in più.

L’unica pecca è sicuramente la distanza che rende difficile tenere i rapporti con chi si trova in Italia, sia per il fuso orario che per le ore di viaggio.

Chi siamo?

Just Australia Legal Pty Ltd, azienda con sede in Italia (Roma e Milano) e in Australia (Melbourne)

L’azienda è nello specifico un’agenzia di Immigrazione Registrata con il Dipartimento di Immigrazione in Australia e in Nuova Zelanda ed opera in due sezioni/dipartimenti:

Australia Legal Migration Agents – Sezione Migration.

Agenzia di immigrazione registrata con il Dipartimento di Immigrazione, autorizzata ufficialmente a seguire e rappresentare privati e/o aziende in pratiche di visto lavorativo/business di tipo temporaneo o permanente.

Dott. Marco Tapinassi
Vice-Direttore e Giornalista iscritto all'albo. Collaboro con diverse testate e quotidiani online ed ho all'attivo oltre 5000 articoli pubblicati. Studio la lingua albanese, sono un divoratore di serie tv e amo il cinema. Non perdo nemmeno un tè con il mio bianconiglio.
RELATED ARTICLES

1 commento

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394