histats.com
martedì, Novembre 30, 2021
Pubblicità
HomeLibera ProfessioneEnpapi: cassa previdenzialeInfermieri scappano dalla libera professione? Troppe tasse, poche sicurezze e soprattutto nessuna...

Infermieri scappano dalla libera professione? Troppe tasse, poche sicurezze e soprattutto nessuna tutela.

Gli Infermieri italiani scappano dalla Libera Professione, tra tasse governative esose, contribuiti Enpapi, assenza di sicurezza occupazionale e soprattutto di garanzie su infortuni, malattie, permessi e ferie.

Sono sempre più gli Infermieri e (i pochi) Infermieri Pediatrici liberi professionisti ad abbandonare la P.IVA e a scegliere regimi di dipendenza soprattutto in ambito pubblico. Secondo una indagine di AssoCareInformazione.it, associazione che edita AssoCareNews.it, il fenomeno riguarda circa il 45% dei colleghi LP.

E’ quanto emerso da un sondaggio tra 200 Infermieri e Infermieri Liberi Professionisti ed entrati nel mondo del lavoro negli ultimi 10 anni grazia alla P.IVA e alle Leggi Fornero, che premiavano le aziende sanitarie private a discapito dei lavoratori.

Molti di loro si sono detti “costretti” a diventare liberi professionisti perché impossibile entrare nel mondo del lavoro con altre formule. La stragrande maggioranza ha riferito di sentirsi “dipendenti”, in quanto non trattati come LP, ma come collaboratori in regime coordinato e continuativo, ma con l’aggravante di non avere garanzie su ferie, malattie e permessi previsti dal CCNL di riferimento della singola azienda.

A tutto ciò vanno aggiunte le esose gabelle per Enpapi, Irpef e tasse governative, che in molti casi, abbandonando il cosiddetto “regime dei minimi”, sfiora anche il 45% di quanto guadagnato.

Circa il 45% degli ormai ex-colleghi liberi professionisti ha deciso di aderire agli avvisi pubblici, ai concorsi o alle richieste di assunzioni delle aziende pubbliche e private durante la Pandemia Covid e di diventare finalmente dei dipendenti a tutti gli effetti. Certo guadagnano meno, ma è pur vero che hanno garanzie in più.

L’effetto di questo abbandono si ripercorrerà presto anche sulla cassa previdenziale Enpapi, che si ritroverà nei fatti a gestire minori entrate contributive e ad offrire le medesime garanzie di prima.

In ultima battuta, gli Infermieri intervistati hanno reso noto quasi all’unanimità di “essere scontenti della professione e di chi la rappresenta” e di “sentirsi abbandonati e non tutelati”. Un invito alla FNOPI a fare sempre meglio e di più per la categoria e per chi ha scelto convintamente di operare in regime di P.IVA.

Dott.ssa Francesca Ricci
Francesca Ricci è una web-writer esperta in ambito sanitario. Da anni si occupa di questioni sociali, politica ed economia.
RELATED ARTICLES

2 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394