histats.com
venerdì, Aprile 19, 2024
HomePrimo PianoCronacaTruffa e peculato: Interdetti due infermieri e un medico dell'Ospedale Universitario "Renato...

Truffa e peculato: Interdetti due infermieri e un medico dell’Ospedale Universitario “Renato Dulbecco” di Catanzaro.

Pubblicità

La Procura della Repubblica di Catanzaro ha emesso accuse di associazione per delinquere finalizzata al peculato e alla truffa ai danni dello Stato, nonché di autoriciclaggio, nei confronti di un dirigente medico e due infermieri presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria “Renato Dulbecco” di Catanzaro.

Le accuse sono state formulate in concorso con un imprenditore di Cosenza operante nel settore dei dispositivi medici ed elettromedicali.

L’inchiesta, denominata “Batticuore”, ha rivelato gravi indizi nei confronti dei quattro soggetti indagati e di altri tre accusati di favoreggiamento. Le indagini hanno portato alla luce numerosi episodi di peculato di vari dispositivi medici e farmaci commessi dai tre sanitari, in collaborazione con l’imprenditore.

Secondo le indagini, il medico avrebbe omesso di versare all’azienda ospedaliera parte dei compensi ottenuti dallo svolgimento dell’attività professionale in regime di intramoenia allargata, oltre ad eseguire interventi chirurgici privatamente senza specifica autorizzazione sanitaria. Per tali attività, si sarebbe avvalso della collaborazione di due infermieri legati all’ospedale da rapporto di lavoro esclusivo.

Durante tali interventi, il materiale sanitario di proprietà dell’Azienda ospedaliera sarebbe stato indebitamente sottratto e utilizzato negli studi privati esterni dei sanitari coinvolti. Per giustificare la disponibilità di questo materiale, il medico avrebbe emesso false fatture attraverso l’imprenditore coinvolto nella truffa.

Attualmente, il procedimento per le ipotesi di reato è nella fase delle indagini preliminari. Nel frattempo, i tre operatori sanitari sono stati sospesi dal pubblico ufficio e servizio per 12 mesi. I provvedimenti sono stati notificati dai militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza e del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità dei Carabinieri. Contestualmente, è stato eseguito il sequestro preventivo di due immobili di uno degli indagati, corrispondenti ai due studi specialistici in cui il medico praticava la libera professione.

_________________________

Per il lettore:

  • Vi suggeriamo di seguire anche QuotidianoSanitario.it, il primo quotidiano sanitario interamente gestito dall’Intelligenza Artificiale: LINK
  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a redazione@assocarenews.it
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AssoCareNews.itLINK

Consigliati da AssoCareNews.it:

RELATED ARTICLES

Novità

© 2023-2024 Tutti i diritti sono riservati ad AUSER APS - San Marco in Lamis - Tra sanità, servizi socio sanitari e recupero della memoria - D'intesa con AssoCareINFormazione.it.

© 2023-2024 ACN | Assocarenews.it

Quotidiano Sanitario Nazionale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Andrea Ruscitto, Lorisa Katra, Luigi Ciavarella, Antonio Del Vecchio, Francesca Ricci, Arturo AI.

Per contatti: WhatsApp > 3474376756Scrivici

Per contatti: Cell. > 3489869425PEC

Redazione Centrale: AUSER APS - Via Amendola n. 77 - San Marco in Lamis (FG) – Codice Fiscale: 91022150394