Mancano Infermieri, Oss e Professionisti Sanitari: FIALS protesta.

Mancano Infermieri, Oss e Professionisti Sanitari: FIALS protesta.
Mancano Infermieri, Oss e Professionisti Sanitari: FIALS protesta.

Accade nell’area metropolitana di Milano e aree limitrofe.

Con una missiva inviata all’Assessore al Welfare Dott. Giulio Gallera, al Direttore Generale Sanità Lombardia Dott. Luigi Cajazzo e alla Regione Lombardia la FIALS dell’area metropolitana di Milano denuncia la carenza cronica di personale sanitario e socio-sanitario in tutto l’hinterland miralesi. A scendere in campo è il segretario del sindacato delle autonomie locali e della sanità Vincenzo De Martino.

“Com’è ampiamente noto i recenti interventi legislativi tesi a favorire il collocamento in quiescenza, c.d. ‘quota cento ed opzione donna’, stanno incontrando una crescente adesione da parte dei lavoratori della P.A. e soprattutto di quelli del S.S.N. Risulta infatti che ormai siano centinaia le domande di collocamento in quiescenza , a partire dal mese di SETTEMBRE 2019 , che stanno pervenendo agli Enti e Aziende del S.S.R. o che stanno per essere presentate da parte degli Enti di Patronato a cui si sono affidati i predetti lavoratori” – spiega De Martino.

“Considerato che si è riscontrata una particolare incidenza di domande da parte del personale direttamente impegnato nelle attività assistenziali ( personale sanitario e di supporto)ma anche del personale amministrativo a partire dal mese di SETTEMBRE 2019 , se non sarà immediatamente messa in atto una campagna di reclutamento di personale atta a fronteggiare il pensionamento di operatori del servizio sanitario di Milano ed area metropolitana , il sistema non potrà che andare profondamente in crisi , viste anche le attuali carenze di organico” – aggiunge.

“Per quanto sopra esposto si ritiene necessario rilevare in tutti gli Enti e Asst di Milano ed area metropolitana il numero delle domande di collocamento a riposo già presentate , nonché l’urgente convocazione di un’ apposita riunione con tutte le OO.SS. maggiormente rappresentative , per individuare idonee soluzioni finalizzate a fronteggiare quella che si appalesa quale una vera e propria emergenza, programmando la garanzia di livelli assistenziali adeguati negli Enti e Aziende di Milano ed area metropolitana. In attesa di un cortese riscontro , mi è gradita l’occasione per inviare cordiali saluti” – conclude l’esponente della FIALS.

Potrebbe interessarti...