Pubblicità

Supporto Psicologico per tutti gli Infermieri, OSS e Professioni Sanitarie impegnati sul fronte anti-Coronavirus. Lo chiede l’UGL Sanità. La Fondazione BRF parla di disturbi da stress per gli operatori.

La pressione cui il personale della sanità è sottoposto nella fase dell’emergenza per il Covid-19 potrebbe rivelarsi in futuro fonte di un aumento del 20%, del disturbo post- traumatico da stress.

“Due insigni professionisti quali Armando Piccinni, docente straordinario di Psichiatria alla Saint Camillus University di Roma e presidente della Fondazione Brf, e il sociologo della salute Mario Campanella in una nota hanno sottolineato i rischi cui gli operatori della sanità potrebbero essere esposti avendo lavorato per mesi in contesti particolarmente difficili, a contatto con tantissimi pazienti, molti dei quali non sono riusciti a salvare dal virus ” dichiara Gianluca Giuliano, Segretario Nazionale della UGL Sanità.

Gianluca Giuliano, Segretario Generale UGL Sanità.
Gianluca Giuliano, Segretario Generale UGL Sanità.

“Fin dal manifestarsi della pandemia – prosegue il sindacalista – abbiamo cercato di essere al fianco ai lavoratori in ogni modo, chiedendo alle istituzioni uno sforzo per creare delle figure di supporto in grado di intercettare ogni tipo di segnale di malessere psicologico. Torniamo ora a farlo. Gli operatori della sanità sono un patrimonio assoluto della nostra nazione e vanno difesi e tutelati per far sì che possano esercitare la propria professione nella massima sicurezza”.