histats.com

Infermieri e OSS dei punti prelievo chiedono incentivi per il rischio biologico.

Infermieri e OSS dei punti prelievo chiedono incentivi per il rischio biologico.

Riceviamo una nota di un gruppo di Infermieri e di OSS dei centri prelievo dell’AUSL Romagna con coi in sostanza si chiedono incentivi per il rischio biologico e maggiori tutele per la salute.

Le elezioni regionali sono finite ed è ora di fare il punto sulla sanità Emiliano-Romagnola che non funziona. E’ quanto chiedono di fare alcuni dipendenti dell’AUSL Romagna. Si tratta di Infermieri ed OSS che lavorano nei centri prelievi dell’azienda sanitaria, una delle più vaste d’Italia.

Gli operatori chiedono in sostanza maggiori riconoscimenti economici per il continuo rischio biologico a cui vanno incontro, l’incremento del personale (perché quello in essere non è in grado di far fronte all’aumento delle richieste dell’utenza) e la dotazione di maggiori presidi per la sicurezza. Inoltre lamentano la mancanza di formazione in materia di rischio e la presenza di colleghi che continuano a non voler utilizzare o ad utilizzare male i DPI.

Va ricordato che nei punti prelievi principali vengono raccolti anche materiale biologici provenienti dai centri minori, per cui il lavoro per gli operatori si accumula e con esso aumentano i rischi di contagio. Tra gli altri si accettano: prelievi ematici, prelievi di urine, prelievi di espettorato, raccolta feci e di altri reflui umani.

Già in passato ci si era occupati dell’argomento, ma finora nulla si è visto, mentre continuano ad aumentare in maniera esponenziale gli accessi nei presidi di Rimini, Riccione, Cattolica, Forlì, Cesena, Ravenna, Santacargelo di Romagna, Novafeltria, Cervia, Cesenatico e via discorrendo.

Infermiera Centro Prelievi non rispetta linee guida e non indossa Dpi. Protestano i colleghi.

Infermieri e OSS fanno appello al rieletto presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, perché nomini un assessore che finalmente pensi alla salute dei dipendenti del SSR e di conseguenza del Cittadino. Con Sergio Venturi non c’è mai stato storia, solo proclami e nulla di più.

Allo stesso modo i professionisti e gli operatori tecnici chiedo alla Dirigenza dell’AUSL Romagna di rispettare le norme, mentre ai sindacati (a tutti indistintemente) di fare gli interessi reali dei lavoratori.

Avatar

Redazione AssoCareNews.it

Redazione di AssoCareNews.it

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: