histats.com
martedì, Novembre 30, 2021
Pubblicità
HomeInfermieriSindacato e PoliticaFSI USAE. Domani si protesta per cambiare la legge di bilancio 2021...

FSI USAE. Domani si protesta per cambiare la legge di bilancio 2021 che ancora una volta penalizza i lavoratori del comparto.

Domani sciopero non perché non accetto la miserevole proposta di introduzione di una indennità specifica per gli Infermieri. Quella è dovuta! La FSI-USAE in Piazza anche in Romagna.

Domani sciopero perché occorre avere delle indennità specifiche per ogni professione del comparto. Ogni professione del comparto ha i suoi rischi specifici. Va ricordato.

Quella infermieristica è sacrosanta, ma non va certo ristorata con meno di 80€ lordi al mese.

Va detto anche che dopo così tanti anni di blocco di contratti, e il miserevole aumento di pochi euri nel solo triennio 2015-2018, perduto tutto il precedente, va rivendicato il diritto alla giusta retribuzione.

Questa non può essere sostenuta con l’elemento perequativo introdotto nella scorsa ccnl. Appiattisce la retribuzione delle professioni sanitarie e sostiene solo quelle delle fasce più deboli.

Va rivendicato il giusto aumento così come va preteso il finanziamento della classificazione professionale. Non dal 2019-2021, ma gia dal ccnl 2015-2018, attraverso la previsione di un contratto integrativo. Lo abbiamo ottenuto nel 2001, ed è stata una vittoria incredibile.

Senza parlare che le professioni sanitarie meritano un ccnl tutto loro, con una retribuzione che parta almeno dall’attuale livello economico Ds3 per arrivare al livello della retribuzione che era dell’assistente medico. Non è un nostro diritto sacrosanto? Non siamo laureati anche noi come i biologi, i farmacisti o i psicologi?
Avere una classificazione del personale finanziata correttamente ripristinerebbe il diritto alla carriera, non solo perché le professioni sanitarie ma anche per quelle socio-sanitarie, tecniche e amministrative. Non hanno diritto alla giusta retribuzione anche loro? Pretendiamo troppo?

Oggi il Governo, attraverso il ministro Dadone, si stanno facendo beffa ancora una volta di noi. E lo fanno utilizzando la scusa che è un momento emergenziale. Di fatto spostano il problema nelle mani della prossima legislatura. No!

Basta far pagare ai lavoratori del comparto sanità sempre il prezzo più alto.

Invito tutti i collegi a sostenere lo sciopero di domani. Solo così possiamo pensare di cambiare qualcosa. Altrimenti avremo perso un altro anno e un’altra occasione per far valere i nostri diritti.

Non aver paura, sciopera anche tu! Dobbiamo essere tanti e forti per farli tremare.

Redazione AssoCareNews.it
Redazione di AssoCareNews.it
RELATED ARTICLES

1 commento

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394