histats.com
lunedì, Settembre 27, 2021
Pubblicità
HomeSindacato e PoliticaDiritti e contratti“Cos’hanno sbagliato nella sospensione degli operatori sanitari no-vax?”.

“Cos’hanno sbagliato nella sospensione degli operatori sanitari no-vax?”.

Nelle ultime ore sono arrivate le prime sospensioni del personale sanitario che in Lombardia ha rifiutato la vaccinazione anti Covid. A Milano tutte le aziende sono coinvolte e in alcuni reparti l’impatto dell’assenza di questo personale ad oggi sembra difficile da compensare.

FIALS Milano tiene a sottolineare che l’importanza della campagna vaccinale non può confliggere con il riconoscimento dei diritti dei lavoratori. La sospensione ai sensi del DL 44/2021 nel comma 8 recita: “Ricevuta la comunicazione di cui al comma 6, il datore di lavoro adibisce il lavoratore, ove possibile, a mansioni, anche inferiori, diverse da quelle indicate al comma 6, con il trattamento corrispondente alle mansioni esercitate, e che, comunque, non implicano rischi di diffusione del contagio.” Il punto è quindi che solo quando il Datore di lavoro è impossibilitato all’assegnazione a mansioni diverse è tenuto a dare avvio al periodo di sospensione di cui al comma 9. Questa procedura non ci risulta che sia stata rispettata.

Non ultimo, non esiste traccia di progettualità né di organizzazione rispetto alla sostituzione del personale sospeso. Noi di Fials siamo come sempre disponibili ad aiutare, specie durante una pandemia e in quella che è ancora un’emergenza in corso. Non siamo disponibili però a lasciare soli i lavoratori, e non lo saremo mai – è quanto si legge a termine della nota stampa a firma di Mimma STERNATIVO, segretario FIALS Milano area Metropolitana.

Redazione AssoCareNews.it
Redazione di AssoCareNews.it
RELATED ARTICLES

1 commento

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394