Battaglia (UNSA) e Carbone (FIALS) annunciano sciopero della fame per chiedere aumenti degli stipendi degli statali, compreso Infermieri, OSS e Professionisti Sanitari.
Battaglia (UNSA) e Carbone (FIALS) annunciano sciopero della fame per chiedere aumenti degli stipendi degli statali, compreso Infermieri, OSS e Professionisti Sanitari.
Pubblicità

Emergenza Coronavirus. Ora servono aumenti di stipendio per Infermieri, Professioni Sanitarie ed OSS. Lo chiedono a Conte e Danone l’UNSA e la FIALS.

Con una lettera al presidente del consiglio dei ministri Giuseppe Conte e al Ministro della Pubblica Amministrazione Fabiana Dadone la Federazione UNSA e la segreteria generale della FIALS chiedono formalmente il rinnovo immediato del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del Comparto Sanità e la valorizzazione del Pubblico Impiego, tra cui Infermieri, Infermieri Pediatrici, Ostetriche/i, Operatori Socio Sanitari, Professioni Sanitarie e altri.

A firmare il documento i Segretari generali di FIALS Giuseppe Carbone e UNSA Massimo Battaglia.

Al Presidente del Coniglio dei Ministri
Giuseppe Conte

Al Ministro per la Pubblica Amministrazione
Fabiana Dadone

Oggetto: rinnovo contratto- valorizzare il pubblico impiego.

Egregio Presidente, Egregio Ministro,
in questo particolare momento di crisi nazionale, in cui sono in pericolo le nostre vite, quelle dei nostri cari e anche il tessuto sociale ed economico del paese, appare evidente che la risposta dello Stato si sta avendo solo grazie ai lavoratori pubblici, soprattutto del comparto sanità ed anche di quello delle funzioni centrali.

I lavoratori pubblici -così tanto bistrattati negli ultimi 20 anni- stanno proteggendo l’Italia, a volte con turni di lavoro massacranti, senza conoscere mattine o notti, anche a rischio della propria incolumità personale.

Così come verrà apprezzato, specie nei prossimi giorni, il lavoro instancabile del pubblico impiego per far giungere in tempi rapidissimi le risorse e i sussidi alle famiglie decisi da governo e parlamento.

FIALS (Sanità) e UNSA (Funzioni Centrali) ritengono necessario riconoscere ai lavoratori pubblici la giusta valorizzazione per ciò che stanno facendo e ciò che saranno chiamati a fare, assicurando sempre, in ogni condizione, il funzionamento della macchina statale e garantendo la fruizione dei diritti primari alla popolazione.

Per questo chiediamo la pronta apertura delle trattative per il rinnovo del CCNL 2019- 2021.

Si porgono distinti saluti.

Il Segretario Generale FIALS – Giuseppe Carbone

Il Segretario Generale UNSA – Massimo Battaglia