Pubblicità

Coronavirus: la Fials di Bologna chiede in una nota di prevedere indennità economiche in busta paga per Medici, Infermieri, OSS e Professioni Sanitarie in prima linea.

Lo fa attraverso una nota diffusa agli organi di stampa da parte del segretario provinciale della Fials di Bologna e Imola, Alfredo Sepe. La legge prevede indennità per chi presta la propria opera assistenziale mettendo in pericolo la propria salute. È il caso della possibile infezione da Coronavirus.

Sepe chiede espressamente alle aziende sanitarie bolognesi e imolesi di prevedere tali indennità e di predisporre le misure di sicurezza adeguate per evitare contagi anche accidentali. Questo vale per gli operatori sanitari, ma anche per i pazienti e i loro parenti o care-giver. Lavorare in sicurezza è un diritto dei lavoratori, garantire la sicurezza e l’incolumità del dipendente è un obbligo-dovere del datore.

Per concludere la Fials ha comunicato che si attiverà su tutti i tavoli perché tali riconoscimenti economici diventino reali.