Arrivano OSS in Sala Operatoria e in Centrale Sterilizzazione: vince la FIALS!

Arrivano OSS in Sala Operatoria e in Centrale Sterilizzazione: vince la FIALS!
Arrivano OSS in Sala Operatoria e in Centrale Sterilizzazione: vince la FIALS!

Ad Imola la battaglia portata davanti al Prefetto, gli Infermieri mai più demansionati.

E’ una vittoria di tutto il gruppo FIALS della provincia di Bologna, che valorizzerà ancora di più il ruolo dell’Infermiere e personale di supporto OSS. Lo dichiarano Alfredo Sepe e Stefano De Pandis, rispettivamente segretario provinciale ed aziendale del sindacato delle autonomie locali e della sanità. Accade all’Ospedale di Imola dove saranno reclutati Operatori Socio Sanitari in Sala Operatoria e nella Centrale di Sterilizzazione.

“FIALS, Federazione Italiana Autonomie Locali e Sanità, Provincia di Bologna, Sigla Sindacale maggiormente rappresentativa a livello nazionale e firmataria del CCNL, aderente alla Confederazione Sindacale CONFSAL che conta su l’intero territorio nazionale oltre 1.000.000 di iscritti e nella sola Provincia di Bologna oltre 2.600 iscritti confermandosi il primo sindacato rappresentativo dei lavoratori della sanità provinciale, comunica che nella giornata di ieri si è svolto il tentativo di conciliazione presso il prefetto di Bologna tra AUSL IMOLA e FIALS riportando esito positivo” – si legge in una nota del sindacato diretto a livello nazionale da Pino Carbone.

Nello specifico l’Azienda – spiegano ad AssoCareNews.it Sepe e De Pandis – si impegna davanti all’organo prefettizio, con una nota che alleghiamo alla presente:

  • il reclutamento di 1 unità di OSS (Operatore Socio Sanitario) in Sala Operatoria per rafforzare la funzione di trasporto interno alla Sala medesima;
  • la modifica del piano di lavoro del servizio esterno di pulizie in appalto, in modo da garantire stabilmente le eventuali necessita’ di “ripristino sala” già dal primo intervento effettuato in sala, con conseguenziale esclusione da tali mansioni al personale sanitario e riduzione dei carichi di lavoro oltre che al decisivo e sostanziale STOP al DEMANSIOMANENTO dei professionisti che fino ad oggi sopperivano e compensavano tali mansioni;
  • il reclutamento tramite bando di mobilità di 1 OSS in centrale di sterilizzazione dal 1 maggio in base alle tempistiche definite per la mobilita’ dell’Azienda cedente. Un ottimo risultato per i lavoratori e per la tutela della salute dei cittadini tutti.

Qui in basso la richiesta di conciliazione presso il Prefetto di Bologna e il relativo stato di agitazione del personale del comparto, convocazione, impegni assunti dall’Azienda Unità Sanitaria Locale di Imola.

Potrebbe interessarti...