Opi Treviso: il reparto a conduzione infermieristica sarà un successo!

Opi Treviso: il reparto a conduzione infermieristica sarà un successo!
Opi Treviso: il reparto a conduzione infermieristica sarà un successo!

Lo dichiara ad AssoCareNews.it la presidente Samanta Grossi

L’azienda ULSS n.2 di Treviso annuncia l’apertura di un reparto a totale conduzione infermieristica e insorgono i medici del sindacato Anaao, che continuano a non voler cedere spazi e attività assistenziali alle professioni sanitarie. Ovviamente la storia darà loro torto. La pensa così la presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche trevigiane, Samanta Grossi, che ha diramato un apposito comunicato stampa attraverso cui si spiega alla parte medica l’importanza di una simile unità operativa.

“In riferimento al DM 739/94 che determina il Profilo Professionale, l’infermiere è il professionista sanitario che, a seguito del suo percorso formativo universitario, è responsabile unico dell’assistenza generale infermieristica della persona e della collettività – spiega Grossi nella sua nota – Con la legge 3/2018 viene istituito l’Ordine delle Professioni Infermieristiche (OPI), il quale assume il ruolo di garante e di tutela del professionista e del cittadino, vigilando sulla formazione, il rispetto da parte dei professionisti del DM 739/94 e l’applicazione del Codice Deontologico secondo il Patto Infermiere-Cittadino”.

“In riferimento al progetto UDIE che verrà avviato dall’Azienda ULSS 2 in linea con le politiche della sanità nazionale e con il Piano Socio-Sanitario della Regione Veneto 2019-2023, l’OPI di Treviso sottolinea come tale realtà sia già presente sul territorio nazionale con risultati ottimali, certificati e verificati, in direzione della migliore assistenza al cittadino e ad un contenimento dei costi a favore del SSN – conclude la rappresentante degli infermieri di Treviso – La piena applicazione del Profilo Professionale si realizza anche attraverso l’attuazione di questi modelli organizzativi, che mettono al centro di un’equipe multidisciplinare il cittadino e la sua famiglia fornendo loro assistenza ed educazione sanitaria all’interno di un processo di umanizzazione delle cure”.

Dal canto suo l’Anaao veneta, come noto presieduta da Adriano Benazzato, ha annunciato un apposito ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale, chiedendo la sospensiva della delibera con cui l’azienda sanitaria ha istituito il reparto a conduzione infermieristica.

Da una parte assistiamo alla Federazione Nazionale Ordini Medici ed Odontoiatri che sta lavorando spalla a spalla con Infermieri e con le altre Professioni Sanitaria per il rispetto delle reciproche responsabilità, autonomie e competenze, dall’altra verifichiamo tutti i giorni prese di posizione di alcuni Medici che, seppur isolate, creano clamore e non aiutano certamente chi sta male. E’ la solita guerra per il proprio orticello, mentre si continua a non pensare e a non volere un Sistema Sanitario Nazionale e Regionale che viaggi in equipe.

Cosa ne penserà l’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della provincia trevigiana? Vedremo.

Potrebbe interessarti...