Pubblicità

“Matilde e il Parco Incantato” edito da Edizioni Esperidi con illustrazioni della disegnatrice e fumettista Lucia Scupola è la sua “nuova creatura”.

Giovanni Maria Scupola, coordinatore dell’area scientifica del nostro quotidiano della salute AssoCareNews.it ed autore di numerosi articoli e diversi e-book infermieristici, si cimenta nel variegato mondo della scrittura e lo fa con un libro per bambini.

Giovanni parliamo un po’ del tuo libro …

Leggere “Matilde e il Parco Incantato” è come leggere un racconto che non ha tempo, non ha età, si dispiega in mille ordini naturali. I libri aiutano a crescere e per la protagonista leggere era ed è l’unica via di fuga dal quotidiano, l’unica via di fuga da una mera realtà. Per Matilde immergersi nella lettura era l’unico modo per ricacciare indietro le sue paure ed affrontare più serenamente il presente.

Cosa è la scrittura per Giovanni Maria Scupola?

E’ sempre stato un rapporto molto intimo e personale. Nasce tra i banchi delle scuole medie ma solo negli ultimi anni si è perfezionato al punto tale da sentire il bisogno di esternarlo in un’opera. Sempre e comunque a livello di hobby essendo un infermiere di professione.

Quanto tempo hai impiegato a scrivere questo libro?

In breve tempo è divenuto realtà. Dopo diversi mesi di ricerca, un giorno mi sono seduto di fronte al mio computer e semplicemente non ho più smesso di scrivere e di rielaborare il materiale a mia disposizione e … lo faccio tuttora.

Perché consigliarne l’acquisto e la lettura?

E’ un libro semplice, scorrevole, ricco di spunti di riflessione che punzecchiano la coscienza.
La conoscenza fa parte dell’esistenza di ognuno di noi, e se ci lasciamo trasportare dall’emozione che ci suscita riusciremmo davvero a vivere in un mondo migliore.

Hai un nuovo libro nel cassetto?

Ho in mente delle idee che pianificherò con la mia casa editrice ma, nel frattempo, vi auguro buona lettura.