Pubblicità

Emergenza Coronavirus. Ecco la storia di Cristiana, l’infermiera da 38 anni all’Istituto Ortopedico “Rizzoli” di Bologna. Da qualche giorno, su indicazione dell’Arcivescovo Zuppi, si occupa del conforto religioso dei Pazienti affetti da Covid-19.

Cristiana Forni è una Infermiera alla soglia della pensione, da 38 anni lavora all’Istituto Ortopedico “Rizzoli” di Bologna. E’ una collega molto religiosa, cattolica praticante. A lei è stato dato il compito di occuparti dal punto di vista spirituale, quando non lo fa dal punto di vista sanitario, dei Pazienti affetti dal Coronavirus.

Ha ricevuto l’ok di Matteo Maria Zuppi, cardinale e arcivescovo metropolita di Bologna. Il suo compito è proprio quello di portare il conforto, di dare la comunione, di accompagnare gli Assistiti terminali verso l’ultimo viatico terreno.

Così facendo nessuno rimane solo, nessuno muore senza il conforto di una mano amica.

Cristiana, iscritta all’OPI di Bologna, è nata nel 1963, ma sembra una Infermiera di un’epoca diversa da quella attuale. Per lei non vi è assistenza fisica senza quella spirituale. E’ un suo punto di vita, ma è un punto di vista che va rispettato, soprattutto nell’era della pandemia da Covid-19.

Bella storia, per chi ci crede.