Pubblicità

Emergenza Coronavirus. Sarà una Pasqua differente per gli operatori sanitari. Bomboloni, paste e salmone farcito a Medici, Infermieri e OSS di Villa Torri e del Sant’Orsola a Bologna.

Giuseppe Astorino, Infermiere Libero Professionista, membro del movimento Infermieri in Ordine – Bologna e Imola, ha voluto rendere speciale la Pasqua dei tanti Medici, Infermieri, Professionisti Sanitari, OSS e Tecnici che lavorano per contenere il COVID-19, anche se non lo fatto direttamente sul fronte. Lo ha fatto nei suoi momenti di svago o di riposo dal lavoro.

Astorino ha omaggiato e omaggerà a Pasqua gli operatori di Villa Torri e del Sant’Orsola di Bologna (questa volta nel reparto di Otorino, in quello dedicato ai tamponi per il Coronavirus e al reparto Covid del Padiglione 25 – primo piano) con bomboloni, paste (offerti dal Panificio Gazzetti-Tardini di Castenaso) e salmone farcito, offerto dall’azienda Eismann.

“Ripeto si tratta di un piccolo gesto di riconoscenza e di solidarietà nei confronti dei colleghi che direttamente o indirettamente si stanno battendo contro il Covid-19 – spiega Giuseppe Astorino ad AssoCareNews.it – come associazione e come movimento Infermieri in Ordine vogliamo anche essere vicini a tutti gli Infermieri che stanno soffrendo e che meritano dirigenze differenti, ma ci sarà il tempo per questo”.

Pazienti no-COVID-19 a Villa Torri (Gruppo Villa Maria).

Giuseppe Astorino ha scelto Villa Torri perché è una delle aziende che si è resa protagonista nella guerra anti-Coronavirus, mettendo a disposizione le sue strutture anche per i Pazienti non affetti da Covid-19.

In relazione alla situazione di emergenza legata alla gestione della diffusione del virus CoViD-19, Villa Torri Hospital di Bologna, ospedale di Alta Specialità accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale, e il Policlinico S. Orsola Malpighi hanno siglato un accordo per far fronte all’aumento del numero dei pazienti che richiedono assistenza nei reparti di Terapia Intensiva.

Villa Torri Hospital, nell’ottica di solidale risposta all’emergenza, ha messo a disposizione dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna sale operatorie, terapia intensiva e personale medico-infermieristico per interventi attualmente di cardiochirurgia e chirurgia vascolare. Questa collaborazione permetterà di ridurre la pressione sulle strutture pubbliche mediante trasferimento e presa in carico di pazienti non affetti da CoViD-19, mantenendo la capacità d’intervento per patologie non infettive che necessitano di operazioni d’urgenza.

“Siamo consapevoli – afferma la Direzione di Villa Torri Hospital – che combattere questo virus significa assumersi un grosso impegno, ma riteniamo che tutti gli operatori della sanità, a tutti i livelli, debbano responsabilmente e concretamente offrire il loro contributo per rispondere, con un’azione sinergica, alle esigenze della cittadinanza in un momento di emergenza. In quanto parte integrante del Sistema sanitario regionale, confermiamo così la nostra disponibilità al fine di decongestionare le strutture pubbliche e gestire eventuali pazienti nei posti letto di Terapia Intensiva”.

La carrellata fotografica: