Pubblicità

Come utilizzare correttamente le contenzioni in sanità e a cosa devono fare attenzione Medici, Infermieri, Professionisti Sanitari ed Operatori Socio Sanitari?

Molto partecipato e di grande successo l’evento gratuito organizzato oggi a Trento da Nursing up tramite il provider Ideasgroup dal titolo “La contenzione manuale, fisica, farmacologica ed ambientale dopo la sentenza 50597/2018″.

La sala era gremita da 200 partecipanti, sempre attenti per seguire l’intervento di grande rilievo del relatore Prof. Luca Benci, che il 5 febbraio 2019 è stato nominato membro del Consiglio Superiore di Sanità, in qualità di esperto qualificato nell’ambito del diritto sanitario.

Contenzione: attenzione ad utilizzarle correttamente. Gran successo per Corso ECM voluto da Nursing Up.
Contenzione: attenzione ad utilizzarle correttamente. Gran successo per Corso ECM voluto da Nursing Up.

L’argomento ha destato grande interesse nei professionisti sanitari presenti, provenienti in prevalenza dall’ Apss trentina e dalle Apsp della nostra provincia, infermieri, terapisti della riabilitazione psichiatrica, educatori professionali e fisioterapisti le principali professionalità presenti.

Nel corso della giornata, è stata analizzata la vicenda che ha coinvolto il maestro elementare Franco Mastrogiovanni morto nel 2009 dopo 82 ore di contenzione nell’ospedale di Vallo di Lucania, che tanto scalpore ha destato a livello nazionale nei professionisti sanitari e nell’opinione pubblica.

Il prof. Benci ha analizzato la complessa sentenza della Cassazione – V sezione, sentenza 20 giugno 2018, n. 50497 – concentrandosi sulla “natura della contenzione” esaminata per la prima volta in modo approfondito dai giudici di legittimità, sul reato di sequestro di persona e sulle conseguenze nei confronti di medici e infermieri coinvolti e infine sul concetto di falso in atto pubblico.

La sentenza ha avuto una fondamentale importanza ed influenza, innescando un ripensamento di molte prassi medico-assistenziali che apparivano consolidate nelle organizzazioni sanitarie, sancendo nel contempo il principio che la contenzione non è un atto terapeutico e non ha natura di atto medico.

Acceso e appassionante il dibattito finale che ha coinvolto il docente ed i partecipanti, ringraziamo entrambi per la bella giornata passata assieme.