histats.com

Drenaggio pleurico: indicazione, tipi e complicanze.

Drenaggio pleurico: indicazione, tipi e complicanze.

Cos’è, come si gestisce e perché l’assistenza infermieristica è fondamentale.

Per drenaggio pleurico (DP) si intende un’incisione della parete toracica con successiva introduzione nello spazio pleurico di un tubo di drenaggio in modo da eliminare fluidi interstiziali che si manifestano come patologici o patogenici. In chirurgia toracica, il DP è necessario per la rimozione degli accumuli di qualsiasi materiale biologico che impedisca l’espansione meccanica del polmone e, di fatto, la sua regolare funzionalità. L’assistenza infermieristica a paziente con questo tipo di drenaggio è quasi sempre indispensabile e fondamentale.

Il drenaggio toracico è indicato in caso di:

  • Pneumotorace.
  • Emotorace.
  • Versamento pleurico.
  • Empiema pleurico.
  • Dopo intervento chirurgico.

Il drenaggio toracico si attua attraverso un sistema di presìdi composto da 4 parti diverse:

  • Catetere di drenaggio (calibro tra 8 e 40 F, in base a entità fluido e corporatura del paziente)
  • Raccordo
  • Tubo collettore
  • Presidio di raccolta.

La tecnica prevede l’inserimento attraverso un sistema che si avvale di mandrino con punto di repere che si differenzia in base all’entità del fluido da drenare:

  • Fluido gassoso: inserimento tra il 2° e 3° spazio intercostale emiclaveare
  • Fluido liquido: inserimento tra il 5° e 6° spazio medio ascellare

I sistemi di drenaggio di dividono principalmente in 3 tipi:

  • Sistemi di drenaggio con valvola ad acqua
  • Sistemi di drenaggio con valvola a secco
  • Valvole unidirezionali

Il sistema di drenaggio toracico con valvola ad acqua si avvale di un sistema di tre camere:

  • Camera di raccolta del drenato: utile per misurare e monitorare il volume del drenato.
  • Camera di controllo della pressione di aspirazione: Viene riempita con 20cm di acqua (valore standard ma modificable secondo necessità). E’ importante il gorgogliamento dell’acqua, indice di buon funzionamento del drenaggo.
  • Camera con valvola ad acqua: necessaria per impedire ai fluidi gassosi drenati di rsalire il drenaggio. NB: se il gorgogliamento è persistente e non intermittente, è indice di fuoriuscita di aria dal polmone e, quindi, di lacerazione della parete polmonare!
Drenaggio pleurico: una tecnica salvavita molto pericolosa!
Drenaggio pleurico: una tecnica salvavita molto pericolosa!

Il sistema di drenaggio con valvola a secco è un sistema dotato di camera di controllo con una manopola utile alla calibrazione manuale dei livelli di aspirazione.

I sistemi a valvole unidirezionali permettono di avvalersi delle fasi respiratorie: durante la fase espiratoria l’aria fuoriesce e grazie alla valvola undirezionale non vi è possibilità di rientro durante la fase inspiratoria.

Questi tipi di sistemi sono stati creati dal dr. Heimlich, autore anche della manovra di disostruzione.

Le prevalenti complicanze possibili in presenza di un drenaggio toracico sono:

  • Drenaggio malposizionato
  • Occlusione del sistema
  • Dolorabilità in fase di espansione respiratoria
  • Emorragia
  • Enfisema sottocutaneo
  • Infezione
  • Lesioni a pareti e tessuti
  • Edema polmonare

Pur rappresentando una misura necessaria per brevissimo/breve periodo, il drenaggio pleurico può essere interpretato come un disagio fisico e psicologico per il paziente, per il quale risulta pertanto importante ricevere un’adeguata educazione sanitaria finalizzata alla comprensione del sistema e dei presìdi.

Bibliografia

    1. Brunner L.S.;Suddarth D.S, “Nursing medico chirurgico”, casa Editrice Ambrosiana, Milano, 2001;
    2. Ravini M., Magni L., ”Il drenaggio pleurico”, Edizioni Auriga, Milano, 1991;
    3. Archivio quotidiano sanitario nazionale AssoCareNews.it.

Redazione

Servizio Redazionale.

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394