Classificazione ICD: cos’è l’elenco delle diagnosi?

Classificazione ICD: che cos'è l'elenco delle malattie?

L’OMS detiene una lista di malattie ufficialmente riconosciute con tanto di problemi correlati. Si chiama ICD, strumento utile per medici e da conoscere per gli infermieri.

Classificazione ICD: l’Organizzazione Mondiale della Sanità amministra un elenco complesso di diagnosi ufficialmente riconosciute: cos’è e come funziona?

L’ICD (International Classification of Diseases, forma contratta del più esteso International Statistical Classification of Diseases, Injuries and Causes of Death) rappresenta un punto di riferimento per tutti i medici del mondo in quanto fonte ufficiale da cui attingere per formulare una diagnosi. E’ utile anche per gli infermieri, che non formulano diagnosi ma che necessitano di conoscere i criteri di formulazione.

Al fine di rendere omogenea la medicina nel mondo, rappresenta uno standard di classificazione che elenca sia le diagnosi che i problemi correlati.

Discendente dell’elenco di cause di morte stilato nel 1893, la Classificazione ICD è importantissima per non incappare in formulazioni riconosciute solo in alcune regioni del mondo e permette una presa in carico il più omogenea possibile.

Potrebbe interessarti...