histats.com
martedì, Aprile 16, 2024
HomeIn evidenzaBorri (OPI Pavia): "quelle Infermiere hanno computo un miracolo e salvato la...

Borri (OPI Pavia): “quelle Infermiere hanno computo un miracolo e salvato la bimba di 8 anni”.

Pubblicità

Due Infermiere sono diventate eroine per caso salvando una bimba da arresto cardiaco dopo annegamento in piscina. Borri (OPI Pavia): “non possiamo che dire loro grazie”.

Eroine per caso. Due Infermiere sono riuscite a rianimare una bambina dopo annegamento e conseguente arresto cardiaco.

Una bambina di 8 anni ha rischiato di annegare ed è stata salvata dal bagnino e da due Infermiere. La piccola era in piscina con gli amici di un Grest. È rimasta sott’acqua oltre un minuto, rianimata con il defibrillatore dopo essere andata in arresto cardiaco.

Il presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Pavia, Michele Borri, è intervenuto in prima persona per elogiare l’operato delle colleghe affermando che “hanno reso onore alla professione infermieristica e contribuito a diffondere la cultura del soccorso; è importante promuovere e sostenere la formazione nel primo soccorso in tutti i contesti sociali e lavorativi, poiché è così che si salvano le vite”.

Ma cosa è successo?

La bambina mentre giocava con i coetanei è caduta in acqua. Subito è partita l’allerta, che ha spinto le due Infermiere a recarsi a bordo piscina e intervenendo immediatamente con la rianimazione cardiopolmonare sulla malcapitata.

“Sono andata al Campus per fare una sorpresa ai miei figli quando abbiamo sentito il bagnino urlare, chiedendo aiuto. Mi sono precipitata a bordo vasca con la mia collega. Lavoriamo insieme da tempo e siamo abituate a scenari d’emergenza, non ci servono troppe parole in questi casi” – ha raccontato una delle due.

“È stato un gesto d’istinto: abbiamo visto la calca, gente che urlava a bordo piscina nel punto in cui la bimba stava ricevendo i primi soccorsi. Ci siamo qualificate come infermiere, abbiamo chiesto di poter intervenire e subito abbiamo cominciato le manovre di massaggio cardiaco. La bimba non aveva polso” – ha ribadito l’altra collega.

L’erogazione della scarica con il DAE.

Le due colleghe hanno continuato a massaggiare la bimba in attesa dell’arrivo del Defibrillatore Semiautomatico (DAE), che hanno poi collegato al corpo inerme della piccola proseguendo con una prima scarica.

“Abbiamo collegato il defibrillatore con piastre pediatriche che adattano la forza della scarica al corpo di una bambina. Abbiamo erogato un primo shock e poi continuato le compressioni. Al termine del massaggio dopo la scarica, abbiamo sentito il polso: la bambina ha vomitato l’acqua e ripreso pian piano conoscenza” – hanno spiegato.

La ripresa del polso naturale.

Dopo diversi minuti di massaggio, una eternità per chi assisteva alla scena, la bimba ha iniziato a piangere, segnalando il ripristino del respiro spontaneo e del polso naturale.

Dopodiché le Infermiere hanno posizionato la bimba in posizione laterale di sicurezza.

“Le emergenze fanno parte del nostro mestiere, ma rianimare un bambino colpisce. Fa capire quanto siano importanti la diffusione dei defibrillatori automatici e dei corsi di primo soccorso: più persone formate ci sono, più si ha la possibilità di sopravvivere” – hanno ribadito tra le lacrime le due eroine.

A loro il plauso dell’OPI pavese e di tutta la comunità infermieristica italiana.

_________________________

AVVISO!

  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a redazione@assocarenews.it
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AssoCareNews.itLINK

Consigliati da AssoCareNews.it:

RELATED ARTICLES

Novità

© 2023-2024 Tutti i diritti sono riservati ad AUSER APS - San Marco in Lamis - Tra sanità, servizi socio sanitari e recupero della memoria - D'intesa con AssoCareINFormazione.it.

© 2023-2024 ACN | Assocarenews.it

Quotidiano Sanitario Nazionale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Andrea Ruscitto, Lorisa Katra, Luigi Ciavarella, Antonio Del Vecchio, Francesca Ricci, Arturo AI.

Per contatti: WhatsApp > 3474376756Scrivici

Per contatti: Cell. > 3489869425PEC

Redazione Centrale: AUSER APS - Via Amendola n. 77 - San Marco in Lamis (FG) – Codice Fiscale: 91022150394