histats.com
giovedì, Maggio 13, 2021
Pubblicità
HomeIn evidenzaFaringite e reflusso laringofaringeo (RLF): cause, sintomi e trattamento.

Faringite e reflusso laringofaringeo (RLF): cause, sintomi e trattamento.

Come gestire la Faringite dovuta al Reflusso laringofaringeo (RLF)? Ecco alcuni consigli utili per tutti.

Il reflusso laringofaringeo è una condizione in cui l’acido prodotto nello stomaco viaggia lungo l’esofago (canale di deglutizione) e arriva alla gola. I sintomi includono mal di gola e laringe irritata (casella vocale), ma anche faringite.

I trattamenti consistono principalmente in cambiamenti nello stile di vita.

Cos’è il reflusso laringofaringeo?

Il reflusso laringofaringeo (RLF) è una condizione in cui l’acido prodotto nello stomaco viaggia lungo l’esofago (tubo di deglutizione) e arriva alla gola.

Chi ha il reflusso laringofaringeo?

Chiunque può ottenere RLF, ma si verifica più spesso con l’avanzare dell’età. Le persone che hanno maggiori probabilità di avere RLF includono coloro che:

  • avere determinate abitudini alimentari;
  • indossare costantemente indumenti stretti o vincolanti;
  • essere in sovrappeso;
  • essere stressati.

Cause e Sintomi.

Quali sono le cause del reflusso laringofaringeo?

La RLF è causata dall’acido dello stomaco che bolle in gola. Quando deglutisci, il cibo passa attraverso la gola e attraverso l’esofago fino allo stomaco. Un muscolo chiamato sfintere esofageo inferiore controlla l’apertura tra l’esofago e lo stomaco. Il muscolo rimane ben chiuso tranne quando ingerisci il cibo.

Quando questo muscolo non riesce a chiudersi, il contenuto acido dello stomaco può risalire nell’esofago. Questo movimento all’indietro è chiamato reflusso.

Quali sono i sintomi del reflusso laringofaringeo?

I sintomi di LPR si fanno sentire in gola e includono quanto segue:

  • gola infiammata;
  • leggera raucedine;
  • sensazione di un nodo alla gola;
  • necessità di schiarirsi la gola;
  • sensazione di muco che si attacca alla gola e / o gocciolamento post-nasale;
  • tosse cronica;
  • difficoltà a deglutire;
  • laringe arrossata, gonfia o irritata (casella vocale).

Ovviamente il tutto si può espandere alla faringe, creando anche in questa parte del nostro corpo una infiammazione.

Come viene diagnosticato il reflusso laringofaringeo?

La LPR viene solitamente diagnosticata in base ai sintomi del paziente di irritazione o gonfiore alla gola e alla parte posteriore della scatola vocale. In molti casi, non è necessario alcun test per fare la diagnosi.

Se è necessario un test, tre test comunemente usati sono: uno studio sulla deglutizione; uno sguardo diretto allo stomaco e all’esofago attraverso un endoscopio e; un test del pH esofageo:

In uno studio sulla deglutizione, il paziente ingoia un liquido speciale chiamato bario, che riveste l’esofago, lo stomaco e l’intestino in modo che vengano delineati su una radiografia. Ciò consente al medico di vedere il movimento del cibo mentre passa dalla bocca all’esofago.

Il medico può anche visualizzare l’interno dello stomaco e dell’esofago con un endoscopio, un tubo lungo e sottile con una telecamera all’estremità che il medico passa attraverso la bocca, lungo l’esofago e nello stomaco.

Il test del pH esofageo misura e registra il pH (livello di acido) nell’esofago. Un tubo sottile e piccolo con un dispositivo sulla punta che rileva l’acido viene passato delicatamente attraverso il naso, lungo l’esofago e posizionato a circa 2 pollici sopra lo sfintere esofageo inferiore. Il tubo è fissato al lato del viso con nastro adesivo. L’estremità del tubo che esce dal naso è attaccata a un registratore portatile che viene indossato sulla cintura o sulla spalla. Il registratore dispone di diversi pulsanti che il paziente preme per contrassegnare determinati eventi.

Come viene trattato il reflusso laringofaringeo?

La maggior parte dei casi di LPR non necessita di cure mediche e può essere gestita con cambiamenti nello stile di vita, inclusi i seguenti:

  • segui una dieta blanda (bassi livelli di acidità, basso contenuto di grassi, non piccante);
  • fai pasti piccoli e frequenti;
  • perdi peso;
  • evita l’uso di alcol, tabacco e caffeina;
  • non mangiare cibo meno di 2 ore prima di coricarsi;
  • solleva la testata del letto prima di dormire (posiziona un oggetto forte e solido, come una tavola, sotto la parte superiore del materasso; questo ti aiuterà a sollevare la testa e la parte superiore del corpo, impedendo che l’acido dello stomaco si accumuli nella gola);
  • evita di schiarirti la gola;
  • assumi farmaci da banco anti-acido, riduttori di acidità di stomaco; o inibitori della pompa protonica (assicurati di prendere tutti i farmaci come indicato).

In casi molto gravi di RLF, la chirurgia può essere raccomandata come trattamento.

Cosa può accadere se il reflusso laringofaringeo non viene trattato?

Se non viene trattato, il reflusso laringofaringeo può portare a:

  • gola infiammata;
  • tosse cronica;
  • edema delle corde vocali;
  • ulcere sulle corde vocali;
  • formazione di granulomi in gola;
  • peggioramento di asma, enfisema e bronchite.

RLF non trattato può anche svolgere un ruolo nello sviluppo del cancro della scatola vocale.

Si può prevenire il reflusso laringofaringeo?

Per diminuire le tue possibilità di avere LPR, evita quanto segue:

  • alimenti acidi, piccanti e grassi;
  • alcol;
  • tabacco;
  • bevande che contengono caffeina (tè, caffè, soda, ecc.);
  • cioccolato;
  • cibi aromatizzati alla menta o alla menta;

Altri suggerimenti:

  • non indossare indumenti stretti o vincolanti;
  • evita di diventare eccessivamente stressato;
  • impara modi per aiutare a gestire o ridurre i livelli di stress;
  • assicurati di mantenere un peso sano;
  • Evita di mangiare meno di 2 ore prima di andare a dormire.

Prognosi

La prognosi per i pazienti che hanno LPR è buona perché la maggior parte delle cause può essere controllata con uno stile di vita sano.

Chiedi al tuo medico altri suggerimenti e suggerimenti sul trattamento e la prevenzione della RLF.

Fonte:

  • Laryngopharyngeal Reflux (LPR) – Cliveland Clinic –LINK;
  • Archivio AssoCareNews.itLINK.
Redazione AssoCareNews.it
Redazione AssoCareNews.it
Redazione di AssoCareNews.it
RELATED ARTICLES

5 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394