histats.com
venerdì, Maggio 17, 2024
HomeAmministrativiConcorsi Infermieri, OSS e Professioni Sanitarie: cambiano le regole, solo prova scritta...

Concorsi Infermieri, OSS e Professioni Sanitarie: cambiano le regole, solo prova scritta fino al 2026.

Pubblicità

Diventa più facile oggi essere assunti nella Pubblica Amministrazione e nel nostro specifico nel Sistema Sanitario Nazionale. Cambiano i concorsi, ci sarà solo lo scritto.

È quanto si è stabilito l’altro giorno con un apposito emendamento nel corso della riunione n. 38 del 7 luglio 2023 del Consiglio dei Ministri, che di fatto ha ampliato il Regolamento recante modifiche al decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487, concernente norme sull’accesso agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni e le modalità di svolgimento dei concorsi, dei concorsi unici e delle altre forme di assunzione nei pubblici impieghi.

Fino al 31 dicembre 2026 i concorsi della Pubblica amministrazione, compresi quelli per l’accesso al SSN, prevederanno soltanto una prova scritta.

Un emendamento del Governo Meloni recepito nel decreto della Pubblica Amministrazione approvato martedì scorso alla Camera con la fiducia ha cambiato le regole. L’obiettivo dichiarato è quello di accelerare le assunzioni nel settore pubblico.

Il decreto, finito immediatamente al centro delle polemiche infuocate tra maggioranza e opposizione per via dell’introduzione di una norma che esclude i controlli preventivi della Corte dei conti sul Pnrr, è intervenuto anche in materia di concorsi.

Una deroga esplicita al principio generale, che richiede lo svolgimento di almeno una prova scritta e di una prova ora-le, da cui sono escluse solamente le procedure che riguardano le figure apicali (funzionari e dirigenti).

Per il Governo Meloni e il ministro della PA Paolo Zamgrillo tutti i concorsi pubblici devono concludersi entro 6 mesi dall’indizione del bando (e quindi dal termine della presentazione delle domande) ed evitare le lungaggini attuali.

Il decreto PA ha introdotto pure una nuova riserva del 15% nei concorsi dei ministeri e degli enti locali, per chi ha svolto come volontario il servizio civile.

Un’altra novità unica ed importante, che si applicherà a partire dai prossimi concorsi, è la «tagliola» per gli idonei: potranno essere considerati idonei, e pertanto assumibili tramite scorrimento, solo i candidati che si collocheranno in graduatoria entro il 20% dei posti successivi all’ultimo vincitore.

Ciò significa chiaramente che verranno assunti i più meritevoli e che le graduatorie saranno molto più corte.

Va da sé ipotizzare che saranno banditi molti più concorsi di prima.

Ora si attende di capire quale sarà la reazione dei sindacati della categoria sanitaria, che finora si sono battuti per le stabilizzazioni creando di fatto delle disparità tra chi era in graduatoria e chi i concorsi nemmeno li ha sostenuto.

Il limite del 20% più i vincitori potrebbe nei fatti, sempre che non ci siano i soliti brogli e favoritismi all’italiana, portare nel Sistema Sanitario Nazionale gli Infermieri, gli Infermieri Pediatrici, le Ostetriche, i Fisioterapisti, gli OSS, gli Amministrativi, le Professioni Sanitarie e i Tecnici migliori.

Il prossimo 21 giugno sarà il Senato a stabilire se il disegno di legge n. 44/2023 diventerà norma dello Stato o meno così come approvata dalla Camera. Pensiamo non ci saranno problemi di sorta in quanto il Governo ha intenzione di porre la fiducia su questo.

Chi vivrà vedrà!

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro Zamgrillo, dicevamo, ha approvato, in esame definitivo, un regolamento recante modifiche al decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487, concernente norme sull’accesso agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni e le modalità di svolgimento dei concorsi, dei concorsi unici e delle altre forme di assunzione nei pubblici impieghi. Il testo tiene conto dei pareri espressi dalla Sezione consultiva per gli atti normativi del Consiglio di Stato e dalle competenti Commissioni parlamentari.

Ecco testo emanato del Disegno di Legge: LINK

_________________________

AVVISO!

  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a redazione@assocarenews.it
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AsssoCareNews.itLINK

Consigliati da AssoCareNews.it:

RELATED ARTICLES

Novità

© 2023-2024 Tutti i diritti sono riservati ad AUSER APS - San Marco in Lamis - Tra sanità, servizi socio sanitari e recupero della memoria - D'intesa con AssoCareINFormazione.it.

© 2023-2024 ACN | Assocarenews.it

Quotidiano Sanitario Nazionale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Andrea Ruscitto, Lorisa Katra, Luigi Ciavarella, Antonio Del Vecchio, Francesca Ricci, Arturo AI.

Per contatti: WhatsApp > 3474376756Scrivici

Per contatti: Cell. > 3489869425PEC

Redazione Centrale: AUSER APS - Via Amendola n. 77 - San Marco in Lamis (FG) – Codice Fiscale: 91022150394