histats.com
lunedì, Febbraio 6, 2023
HomePrimo PianoCronacaNasce in un Pronto soccorso italiano la prima “Sala del Sollievo”.

Nasce in un Pronto soccorso italiano la prima “Sala del Sollievo”.

Pubblicità

“Sala del Sollievo” del Pronto soccorso dell’Ospedale “Guglielmo da Saliceto” di Piacenza: è il primo modello italiano di cure palliative nel DEA ed è stata presentata il 10 novembre scorso, in occasione della Giornata nazionale delle Cure palliative.

Oggi si assiste ad una sempre più frequente “medicalizzazione” e quindi “ospedalizzazione” della morte. Il Pronto Soccorso assurge sempre più frequentemente a “luogo del morire”.

Accogliere, ascoltare, assistere, comunicare, lenire

attraverso modalità relazionali e gesti, i pazienti e i familiari nella fase terminale della vita e nelle prime fasi di elaborazione del lutto, non è facile, ma è una responsabilità dalla quale il personale sanitario dei servizi di Pronto Soccorso non può esimersi.

Una caratteristica costante

dell’evento morte nei servizi di Pronto soccorso è l’assenza della conoscenza biografica della persona morente e dei suoi cari, così come lo spazio temporale limitato in cui si svolge il morire, tali peculiarità rendono ancor più complicata l’assistenza da erogare.

Il Codice Deontologico all’articolo 24 recita

“L’Infermiere presta assistenza infermieristica fino al termine della vita della persona assistita. Riconosce l’importanza del gesto assistenziale, della pianificazione condivisa delle cure, della palliazione, del conforto ambientale, fisico, psicologico, relazionale e spirituale. L’Infermiere sostiene i familiari e le persone di riferimento della persona assistita nell’evoluzione finale della malattia, nel momento della perdita e nella fase di elaborazione del lutto.”

Il progetto

ha permesso la realizzazione di un luogo dedicato chiamato “sala del sollievo” per accogliere e accompagnare le persone morenti e i loro famigliari. Tale necessità nasce da una riflessione di un gruppo infermieri, che dopo anni di lavoro nell’emergenza sanitaria e durante l’esperienza pandemica, ha sviluppato un’urgente necessità di umanizzare la fase terminale della vita, rispettando la dignità del paziente, in un luogo frenetico e tecnicistico come il Pronto soccorso.

La proposta

e la realizzazione di tale progetto è stata accolta e sviluppata dalla Direzione delle Professioni Sanitarie dell’AUSL di Piacenza e dall’Equipe medico-infermieristica del Pronto Soccorso.

La Sala del Sollievo è dedicata a coloro che giungono in condizione di fine vita o che necessitano di sedazione terminale, affinché possano trovare conforto nell’affetto dei propri cari in un ambiente intimo e di ascolto, in un’area poco affollata del Pronto Soccorso, sempre aperta ai famigliari, senza limite numerico e di tempo, priva di monitor, orologi, telefoni e rumori riconducibili all’attività di questo servizio.

Il team assistenziale

è composto da infermieri e medici formati attraverso un percorso dedicato, organizzato dalla Direzione delle Professioni Sanitarie in collaborazione con il Team Aziendale delle Cure Palliative, finalizzato a offrire strumenti utili per rispondere in modo personalizzato, dal punto di vista relazionale e terapeutico, alle necessità del morente e dei famigliari.

Avendo la consapevolezza

che anche l’ambiente può dare un contributo alla cura delle persone, nella stanza è presente un grande murales, realizzato a mano da Eleonora Rossi, infermiera del Pronto soccorso, raffigurante un percorso di accompagnamento offerto dalla natura alla quale tutti apparteniamo.

__________________

  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a [email protected]
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AsssoCareNews.itLINK
RELATED ARTICLES

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394