Pubblicità

A distanza di 19 anni dalla nascita degli Operatori Socio Sanitari si lavora al primo Codice Etico-Deontologico degli Operatori Socio Sanitari. Preludio alla creazione di un Ente unico nazionale per la categoria.

Con la Legge n. 3/2018 creata dall’allora ministro della salute Beatrice Lorenzin prevedeva e prevede la creazione dell’Area Socio-Sanitaria. Ci sta lavorando da tempo la Federazione MIGEP, ma non è facile farla applicare dal Governo e non è facile convincere il ministro Roberto Speranza a dedicare spazio a questa argomentazione.

Tutto ciò mentre si sta lavorando alla creazione di un primo Codice-Deontologico degli Operatori Socio Sanitari. La notizia era “top secret” fino ad oggi.

Inoltre si sta lavorando alacremente su altre questioni importanti per la categoria:

  • riforma della formazione di carattere unica nazionale (nuova didattica e nuove tipologie di tirocinio);
  • obbligo della maturità per tutti gli Allievi OSS;
  • formazione obbligatoria di 1600 ore (con obbligo di integrazione per gli OSS già formati);
  • formazione continua obbligatoria per tutti (con sistema di accreditamento come accade per Medici, Infermieri, Infermieri Pediatrici, Ostetriche e Professioni Sanitarie);

Da non dimenticare:

  • istituzione Area socio-sanitaria;
  • istituzione Albo socio-sanitario;
  • istituzione Ente unico nazionale per gli OSS.

Cosa ne pensate? Scriveteci a [email protected]ssocarenews.it

Gruppi Facebook di discussione: