Lo Stipendio dell’Operatore Socio Sanitario. Quanto guadagna veramente un OSS?

stipendio oss

🔴 👉 Diventare Operatori Socio Sanitari ha il suo perché, anche dal punto di vista economico. Se capita di lavorare in un buon reparto si può arrivare a percepire oltre i 1700 euro mensili lordi.

Lo stipendio dell’Operatore Socio Sanitario, figura tecnica conosciuta meglio con l’acronimo OSS, può raggiungere di base anche i 1.700 euro mensili lordi. Esso può variare da azienda ad azienda, da pubblico a privato. Noi parliamo, ovviamente, della media nazionale delle spettanze.

Va detto che lo stipendio dell’OSS è più alto nel pubblico rispetto al privato.

Ecco a quanto ammonta lo stipendio di un OSS.

Ecco a quanto ammonta lo stipendio di un OSS.

Da un recente sondaggio compiuto da AssoCareNews.it su un campione di 4000 Operatori Socio Sanitari è emerso un dato allarmante:

  • circa il 10% percepisce meno di 1000 euro netti mensili;
  • circa il 63% percepisce tra i 1000 e i 1200 euro netti mensili;
  • circa il 24% percepisce tra i 1200 e i 1400 euro netti mensili;
  • circa il 3% percepisce oltre i 1400 euro e comunque non meno di 1500 euro netti mensili.

Ecco quanto guadagna nel pubblico.

Restando alla pubblica amministrazione (CCNL Comparto Sanità) l’OSS parte da una base lorda di poco più di 1500 euro. A questa vanno sommate eventuali altre indennità previste in ambito contrattuale (e tutto dipende dagli accordi decentrati):

  • indennità di vacanza contrattuale (pari a 11,86 euro);
  • credito art. 1 DL 66/2014 (80 euro, il bonus fiscale di Renzi);
  • indennità di servizio per pronta disponibilità (SPD), ovvero poco più di 20 euro ogni turno di SPD da 12 ore;
  • fascia retributiva superiore;
  • indennità di qualificazione professionale (9,55 euro);
  • indennità giornaliera per servizio articolato su turni (poco più di 2 euro);
  • indennità lavoro festivo (dipende dal contratto applicato nell’azienda di appartenenza).

Stiamo parlando di lordo, quindi ai circa 1700 euro raggiungibili devono essere decurtate le trattenute di Legge.

Ecco quanto guadagna nel privato.

Nel privato i problemi stipendiali aumentano e l’OSS vede abbassare di tanto il suo stipendio medio lordo/netto mensile.

Analizzando, ad esempio, alcuni dei principali Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro (alcuni da rinnovare ormai da troppi anni), ovvero UNEBA, AIOP, ARIS, AGIDAE, ANFASS ed altri, lo stipendio scende a meno di 1400 euro lordi. La stessa cosa vale per i dipendenti di cooperative o di agenzie interinali (a questi ultimi viene riconosciuto, se richiesto, il Trattamento di Fine Rapporto in busta paga, per cui gli stipendi sembra lievitare di tanto).

L’avvento della Categoria C. Addio alle fasce BS.

Anche se non ancora applicate le disposizioni della Legge n.3/2018 (ex-Ddl Lorenzin) sono molto chiare: gli Operatori Socio Sanitari devono passare dalla Categoria contrattuale BS alla C.

Ecco ad esempio le categorie BS e C con le relative Fasce economiche (CCNL 2018 – Settore pubblico);

C 5 2.147,19 8,37 2.155,56
C 4 2.048,20 8,21 2.056,41
C 3 1.953,81 8,08 1.961,89
C 2 1.889,56 7,94 1.897,50
C 1 1.825,90 7,78 1.833,68
C 1.770,90 7,67 1.778,57
BS 5 1.851,44 7,53 1.858,97
BS 4 1.791,98 7,44 1.799,42
BS 3 1.734,39 7,29 1.741,68
BS 2 1.699,65 7,28 1.706,93
BS 1 1.650,88 7,14 1.658,02
BS 1.600,82 7,14 1.607,96
B 5 1.734,92 6,99 1.741,91
B 4 1.699,49 6,93 1.706,42
B 3 1.664,87 6,87 1.671,74
B 2 1.635,76 6,72 1.642,48
B 1 1.589,42 6,68 1.596,10
B 1.545,05 6,65 1.551,70

E voi quanto percepite e con quale contratto vi hanno assunti? Scrivete a redazione@assocarenews.it.

Potrebbe interessarti...