histats.com

RSU, CISL FP: Ecco perchè Infermieri e Oss sceglieranno noi!

RSU, CISL FP: Ecco perchè Infermieri e Oss sceglieranno noi!
Marianna Ferruzzi, della segreteria nazionale Cisl risponde alle nostre domande!

Il 17, 18 e 19 aprile prossimi in tutta Italia si vota il rinnovo delle RSU.

Marianna Ferruzzi, segretaria nazionale CISL FP con delega alla sanità pubblica, ha risposto alle nostre domande, rispondendo senza troppi giri di parole!

Con queste elezioni la CISL si appresta a confermarsi a rappresentanza delle lavoratrici e dei lavoratori all’interno delle RSU di tutta Italia. Rispetto al triennio in conclusione quali pensa siano le vittorie più significative a difesa dei professionisti sanitari che avete rappresentato?

Sicuramente l’aver tenacemente ristabilito la normale dialettica negoziale tra organizzazioni sindacali e governo, dopo quasi un decennio di blocco della contrattazione. Nonostante i reiterati tentativi di sminuire quanto conquistato, la CISL FP è stata sempre in prima linea negli ultimi anni: dalle mobilitazioni, all’intesa del 30 novembre 2016; dall’attenzione alle risorse necessarie a sottoscrivere un buon rinnovo contrattuale, alla caparbietà che ci ha visti protagonisti delle 28 ore di trattativa per il CCNL della Sanità Pubblica. Nel lungo braccio di ferro con il governo, oltre agli aumenti economici e agli arretrati, siamo riusciti ad ottenere il blocco delle deroghe alla normativa sull’orario di lavoro, a limitare la pronta disponibilità, a rivedere le normative sulle ferie, la mobilità, gli incarichi e i permessi, a riconoscere i tempi di vestizione e cambio di divisa, a prevedere nuovi diritti per le donne vittime di violenza e per i malati in cura per patologie gravi, a riavviare la contrattazione decentrata e le relazioni sindacali.

Rispetto a tre anni fa, però, arrivate a questo appuntamento in un contesto completamente diverso a causa dei toni accesi che stanno caratterizzando questo rinnovo del CCNL Sanità Pubblica. Cosa ne pensa di un confronto sindacale sempre più social e che quindi presenta sempre più difficoltà nel fornire risposta alle accuse?

Il contesto è completamente diverso perché sono aumentati gli spazi del confronto. L’era digitale e le reti social hanno investito con forza anche l’attività delle organizzazioni sindacali che oggi sono chiamate a raccontare e comunicare il proprio impegno quotidiano in tutti gli spazi ove le persone rappresentate formano i propri giudizi. È un processo estremamente delicato perché è delicato il meccanismo stesso della costituzione del giudizio individuale.

Tenendo presente questo nuovo scenario, come ha ricordato il nostro Segretario Generale, Maurizio Petriccioli, la nostra organizzazione deve seguire il duplice obiettivo di raccontarsi in maniera nuova, innovativa, sfruttando ovviamente la dimensione virtuale, ma soprattutto essere un’organizzazione di prossimità, che realizza sé stessa nella vicinanza alle lavoratrici e ai lavoratori nei luoghi di lavoro.

In un contesto nel quale vi sono organizzazioni sindacali che pianificano scientemente la propria campagna comunicativa inquinando il dibattito senza mai entrare nel merito delle questioni, un’organizzazione seria e rappresentativa deve avere il coraggio di rapportarsi con le lavoratrici, i lavoratori e i professionisti, guardandoli negli occhi e rispondendo in maniera puntuale alle domande, eliminando i dubbi e le incertezze che il clima degli ultimi mesi ha alimentato. Proprio per questo motivo, dopo la sottoscrizione di tutti i Contratti pubblici di nostra pertinenza, abbiamo organizzato centinaia di assemblee nei luoghi di lavoro, parlando alle persone che rappresentiamo. Sebbene oggi gli strumenti di comunicazione siano cambiati, le lavoratrici e i lavoratori danno credibilità a chi non ha paura di confrontarsi e di esprimere le proprie idee.

 

Migliaia di lavoratrici e lavoratori stanno per votare CISL a queste elezioni. Quali pensa possano essere le motivazioni che più comunemente ispireranno questa loro scelta?

In questi mesi ho partecipato ad innumerevoli iniziative nei luoghi di lavoro di tutta Italia e ho avuto la fortuna di confrontarmi con migliaia di professionisti sanitari, interessati a capire meglio la portata innovativa del nuovo Contratto. È stata l’occasione per definire quanto è stato fatto fino ad oggi e per parlare di cosa faremo già da domani, quando inizieranno i lavori della commissione paritetica, chiamata a rivedere, tra le altre cose, il tema fondamentale della classificazione del personale.

Se c’è una cosa che le persone riconoscono alla Cisl, è quella di essere un sindacato pragmatico, che non si tira mai indietro, in maniera strumentale o ideologica, dal confronto con la controparte. Le lavoratrici e i lavoratori, inoltre, ci riconoscono di essere l’unico sindacato che è stato sempre presente nei luoghi di lavoro, soprattutto negli anni in cui la crisi economica rendeva davvero difficile la vita delle persone.

Chi pensa che basti urlare e scioperare qualche giorno prima delle RSU per essere credibile, il 20 aprile avrà una brutta sorpresa.

Grazie per la squisita disponibilità, i migliori auguri per queste votazioni.

 

Assocarenews.it sta coinvolgendo tutti i sindacati nel nostro Speciale RSU per garantire la migliore informazione per le centinaia di migliaia di lavoratori che voteranno.

 

Dott. Marco Tapinassi

Vice-Direttore. Infermiere in Psichiatria, webwriter, attentatore di biscotti ma anche coautore di libri sui concorsi pubblici. Immagina l'informazione come un fattore di crescita. Non perde nemmeno un tè con il suo Bianconiglio.

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394