Elezioni RSU 2018: Giuseppe Midiri invita a votare SGB

Giuseppe Midiri ci parla di Sindacato Generale di Base e invita i lettori a votare per la sua sigla alle RSU 2018.
Giuseppe Midiri ci parla di Sindacato Generale di Base e invita i lettori a votare per la sua sigla alle RSU 2018.
Nello Speciale Elezioni RSU 2018 curato da AssoCareNews.it ci siamo occupati un po’ di tutti i sindacati. Oggi vi presentiamo il Sindacato Generale di Base (SGB) – Pubblico Impiego – Settore Sanità che annovera al suo interno Infermieri, Infermieri Pediatrici, Operatori Socio Sanitari, Professionisti Sanitari di varie discipline, Tecnici e Amministrativi. Lo facciamo presentandovi l’amico Giuseppe Midiri, sindacalista di lungo corso ed esperto di comunicazione sul web.
Midiri è tra i massimi sostenitori e attivisti del Sindacato Generale di Base. Lo abbiamo ascoltato al telefono dato un piccolo incidente occorso. Desideriamo innanzitutto fargli i nostri più cari e sinceri auguri e approfittarne per parlare della vigente campagna RSU e di SGB.
 
Il sindacato SGB sarà presente alle elezioni per il rinnovo delle RSU del 17, 18 e 19 aprile 2018. Qual è il vostro programma e come vi ponete rispetto alla proposta di CCNL?
 

SGB è nato da 2 anni ma proviene da una lunghissima esperienza di sindacalismo di base. Sarà presente con le proprie liste in tutta Italia e sarà possibile votare il Sindacato Generale di Base in tutti i comparti a partire dalla Sanità e Scuola.
Rispetto al CCNL siamo assolutamente contrari. Siamo di fronte al peggior contratto della storia del pubblico impiego e quindi non possiamo che manifestare la nostra piena e totale contrarietà verso questo ennesimo arretramento sui diritti dei lavoratori. Viene introdotto quello che abbiamo definito Fine Turno Mai ovvero lo straordinario obbligatorio. E’ previsto lo straordinario fino a 250 ore annue. Viene precarizzata la figura del coordinatore che potrà essere revocata in qualsiasi momento. Per non parlare della parte economica che rappresenta solo una mancetta con la quale il governo Gentiloni abrebbe voluto tirare la volata per le recenti elezioni politiche del 4 marzo e i sindacati confederali costruire la propria campagna RSU.
 

 

Il vostro è un sindacato multi-professionale. Credete veramente che in Italia si possa lavorare in equipe facendo ciascuno il suo lavoro?

 
SGB oltre ad essere un sindacato di base è anche un sindacato intercategoriale. Non condividiamo quindi la logica dei sindacati corporativi e l’ipotesi che si possa raggiungere o visti i tempi, mantenere dei diritti, andando a sottrarli ad altre categorie. La contrapposizione tra lavoratori è quanto di più comodo i padroni vanno cercando. I lavoratori della Sanità ad esempio vengono costantemente incitati da talune sigle corporative che non fanno altro che innescare pericolosissime guerre tra poveri.
 
 
Qual è il vostro impegno quotidiano a favore dei lavoratori e dei vostri iscritti?

 
Il nostro impegno è la lotta quotidiana a partire dai luoghi di lavoro. Noi non siamo quelli che vanno a prendere il caffè insieme al direttore generale e poi si vanno a sedere ai tavoli farsa per recitare commedie del ridicolo mettendo in scena copioni precedentemente concordati.
 
Noi facciamo del conflitto la nostra pratica quotidiana. Rivendichiamo più diritti, più dignità e più salario. Vogliamo l’abbassamento dell’orario di lavoro a 30 ore settimanali a parità di stipendio perchè riteniamo assurdo spremere i lavoratori quando ci sono migliaia di giovani in cerca di occupazione. Non riteniamo affatto anacronistico lavorare meno per lavorare tutti.
 

Noi non siamo quelli che vanno in giro regalare cioccolatini, penne o a spacciare assicurazioni e fondi pensione ai lavoratori.

Non abbiamo business da mantenere vedi fondi Sirio-Perseo. Non abbiamo dirigenti da 10.000 euro al mese e i nostri quadri nazionali la mattina alle 6 si alzano e vanno a lavorare. Lo vada a chiedere a Susanna Camusso da quanto non lavora e quanto guadagna.

Buon lavoro Giuseppe e in bocca al lupo per le Elezioni RSU 2018 in fase di svolgimento in tutta Italia!

Potrebbe interessarti...