histats.com

Elezioni RSU 2018: ecco come voteranno gli Infermieri Italiani

Elezioni RSU 2018: ecco come voteranno gli Infermieri Italiani
Elezioni RSU 2018: come voteranno gli Infermieri Italiani?

Tutto pronto a livello nazionale per le elezioni per il rinnovo delle Rappresentanza Sindacali Unitarie (RSU) nel settore pubblico. Come noto la prova elettorale avrà luogo il 17, 18 e 19 aprile 2018 in tutte le strutture pubbliche italiane e vedrà scendere in campo centinaia di sigle sindacali e migliaia di candidati. AssoCareNews.it nell’ultimo mese ha condotto un sondaggio intervistando in maniera anonima 4400 Infermieri ed Infermieri Pediatrici presenti nei contatti del sito.

Il primo dato ottenuto dalle intervista è emblematico: solo l’11% degli intervistati ha dichiarato che si recherà al voto e che voterà prevalentemente le principali organizzazioni sindacali. L’89% dichiara di non aver alcuna voglia di partecipare alle elezioni per le RSU, lavora o è impegnato/a in altre attività professionali e di famiglia.

Cosa è successo alle scorse Elezioni RSU? L’affermazione di 7 sigle sindacali

Nel Comparto Sanità, quello che interessa più nello specifico Infermieri, Infermieri Pediatrici, Professionisti della Salute e Operatori Socio Sanitari, sono 7 ad oggi le Sigle Sindacali che sono ufficialmente riconosciute dal Governo Centrale e possono di contro partecipare alla stipula di accordi come l’approvando Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL).

Le 7 sigle sono ben conosciute e se la stanno giocando in maniera piuttosto agguerrita, soprattutto dopo la contestata approvazione del pre-accordo con ARAN sul CCNL, siglato da Cgil, Cisl, Uil e Fsi.

Ecco quali sono, disposte in ordine di rappresentatività (indice tabellare ARAN 2016 – 2018). Ciascuno di loro ha superato la soglia di sbarramento del 5% relativo alla rappresentatività a livello nazionale:

  • FP Cgil;
  • Cisl FP;
  • Uil FP;
  • Fials;
  • Nursind;
  • FSI;
  • Nursing Up.

Come si evince qui in alto dall’Accertamento della Rappresentatività – Triennio 2016 – 2018, i sindacati che hanno speranzo (o la sicurezza) di farcela sono solo 7, mentre tutti gli altri sono lontani anni luce dalla soglia minima del 5%. Potete ritrovarli qui in alto nell’allegata Tabella.

Fa specie riscontrare che il 67,71% dei lavoratori del Comparto Sanità lo scorso triennio ha preferito dare il proprio supporto alla cosiddetta triplice sindacale (ovvero Cgil, Cisl e Uil), mentre solo il 12,32% ha votato per i sindacati esclusivamente Infermieristici (Nursind e Nursing Up). Quasi il 10% ha preferito Fials e il 5,93% la Fsi.

Rischiano tra tutti di venir fuori dall’elenco dei sindacati con rappresentanza la Fsi e Nursing Up, che sono intorno al 6% della media nazionale.

Va precisato che Nursind e Nursing Up si sono resi protagonisti di un seguitissimo sciopero nazionale a Roma lo scorso 23 febbraio 2018, poi replicato il 12 e 13 aprile. Mentre la Fials ha deciso di non firmare l’accordo pre-contrattuale con Aran e Governo per avere il tempo di modificare il più possibile il documento e cercare di dare dignità alle singole professioni nel campo sanitario, socio-sanitario e amministrativo del Comparto Sanità. Anche la FSI si è detta contraria al contratto e ha proposta di rivederlo, avendo firmato solo con riserva.

Come andrà a finire? Lo sapremo il 20 aprile 2018, quando saranno scrutinati i voti dei lavoratori (l’ufficialità si avrà entro il 28 aprile prossimo). Nel frattempo non ci resta che attendere. Intanto vediamo il sondaggio!

RSU 2018 – Sondaggio AssoCareNews.it

Intervistati: 4400 Infermieri e Infermieri Pediatrici

Andranno al voto: 484 colleghi

Intenzioni di voto:

  • Cisl FP > 22%
  • FP Cgil > 21%
  • Uil FPL > 16%
  • FIALS > 11%
  • Nursind > 7%
  • Nursing UP > 6%
  • FSI > 4%
  • UGL Sanità > 3%
  • Altri > 16%

Le percentuali sono state arrotondate per eccesso o per difetto.

Va ribadito che le percentuali qui in alto devono essere interpretate come indicative e che rappresentano il risultato di un sondaggio che lascia il tempo che trova. Anche perché alle elezioni per le RSU non parteciperanno solo Infermieri ed Infermieri Pediatrici, ma anche Operatori Socio Sanitari, Professionisti Sanitari di varia estrazione scientifica, Amministrativi, Tecnici ed altri. Pertanto solo sommando i vari voti si potrà ottenere la percentuale reale e si potrà verificare se la Triplice sindacale, ovvero Cgil, Cisl e Uil otterranno gli stessi voti delle scorse elezioni o sarà costretta a lasciare il passo agli emergenti sindacati autonomi e a quelli infermieristici.

Da registrare che la FSI non ottiene consensi tra gli Infermieri Italiani e che l’UGL Sanità è ancora troppo debole per poter sperare di superare la soglia di sbarramento del 5%.

I dati reali li conoscere solo il 20 aprile o forse qualche giorno dopo. Nel frattempo in bocca al lupo a tutti!

Redazione

Servizio Redazionale.

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394