No alla violenza contro gli Operatori Sanitari: il Comune di Bologna corre ai ripari. Fials esulta.

Alfredo Sepe, Fials Bologna.

Lo comunica il segretario provinciale della FIALS, Alfredo Sepe, da sempre attento alle esigenze di Medici, Infermieri, Infermieri Pediatrici, Professionisti Sanitari ed OSS.

La FIALS di Bologna sarà in prima linea domani a Bologna per dire basta agli episodi di violenza fisica e verbale nei confronti di Medici, Infermieri, Infermieri Pediatrici, Professionisti Sanitari ed OSS, che continuano a subire aggressioni di ogni tipo in ospedale. Lo rende noto il segretario provinciale del sindacato delle autonomie locali e della sanità Alfredo Sepe, che prenderà parte domani (4 luglio) all’incontro con le istituzioni convocato dal Comune bolognese.

“Il primo sindacato della provincia di Bologna domani è stato convocato in Comune per un Audizione conoscitiva sul tema – spiega Sepe al quotidiano sanitario nazionale AssoCareNews.it – porteremo proposte concrete, un posto di polizia fisso nei Ps, guardie giurate in ronda per i reparti soprattutto di notte e piu’ controllo da parte delle direzione. Linea dura contro chi aggredisce i nostri operatori, abbiamo anche proposto una indennità economica contro le aggressioni da elargire ai lavoratori in busta paga”.

Ecco la lettera di convocazione del Comune di Bologna: Incontro Contro Violenza Operatori sanitari Bologna.

Potrebbe interessarti...