Manovra 2019 oggi voto finale: quota 100, tante novità in sanità!

Manovra 2019: alle 17 si vota!
Manovra 2019: alle 17 si vota!

Manovra 2019

Camera dei Deputati oggi impegnata nel voto finale alla legge di bilancio: la Manovra 2019 porterà tantissime novità che rivoluzioneranno la vita dei cittadini italiani. Palpabile la rivoluzione in arrivo: quota 100, aumento dei fondi e delle detraibilità, investimenti sull’edilizia sanitaria. Tutte i principali cambiamenti che da stasera diventeranno legge.

Quota 100

Alla fine si farà! Inserita nelle legge con uno stanziamento di 4 miliardi di euro. Le previsioni ministeriali indicano che le richieste di pensione con quota 100 non supereranno l’85%. Stanziamento destinato ad aumentare nel 2020, anno per il quale la copertura prevista sarà di 8 miliardi, mentre sarà di 7 miliardi per il 2021.

Fondi per Ricerca e Università

Stanziato un aumenta dei fondi per l’università (+40 milioni) e per la ricerca (+10 milioni) a cui si aggiungeranno 100 milioni in più dal 2020. La manovra stanzia anche un aumento del Fondo di finanziamento per il Centro Nazionale di Ricerca di ben 30 milioni di euro l’anno per i prossimi tre anni.

Cani guida in detrazione per non-vedenti 

Aumento fino a 1.000 euro la detrazione forfettaria per sostenere tutte le spese per il mantenimento dei cani guida, necessari alle persone non vedenti.

Edilizia sanitaria

Aumenta di 2 miliardi di euro il fondo per l’edilizia sanitaira. Nel 2019 saranno investiti 28 miliardi di euro per ristrutturare e ammodernare le strutture sanitarie. Prevista possibilità di spesa anche per interventi di tipo tecnologico e non esclusivamente edilizio.

Screening neonatale

4 miliardi di euro per lo screening neonatale. Entrano nella lista degli accertamenti obbligatori neonatali le malattie neuromuscolari genetiche, le immunodeficienze congenite severe e le malattie da accumulo lisosomiale. 

Prevenzione malattie oncologiche e cardiovascolari

5 milioni di euro per gli IRCCS delle rete oncologica del ministero della Salute a cui si aggiungono 5 milioni per gli Irccs della Rete cardiovascolare. Anche un contributo di 5 milioni di euro per il 2019 a favore del Centro nazionale di adroterapia oncologica (Cnao).

 Resta aggiornato sulle ultimissime del mondo sanitario: entra nel GRUPPO FB del Quotidiano Sanitario AssoCareNews.it!

Potrebbe interessarti...