histats.com

Infermieri, OSS e Professionisti Sanitari: salvi fondi progettuali, arrivano i soldi!

Infermieri, OSS e Professionisti Sanitari: salvi fondi progettuali, arrivano i soldi!

Accade all’Istituto all’Ospedale di Imola. Lo rende noto il dirigente FIALS Stefano De Pandis.

Partiti i lavori per destinare i soldi del fondo progetti di Infermieri, Oss e Professionisti Sanitari dell’Ospedale di Imola. Lo annuncia Stefano De Pandis, dirigente della FIALS provinciale di Bologna – Imola, che riesce ad ottenere un grande risultato: “abbiamo lottato contro il volere dei soliti sindacati preistorici che, avidi come sono, cercano continuamente di dirottare i soldi sui soliti noti”.

Ecco nel dettaglio di cosa si tratta. Ce lo spiega lo stesso De Pandis:

• Risorse da destinare per le riorganizzazioni effettuate nel biennio 2018/2019 dai reparti di MED A – MED B – GERIATRIA LUNGODEGENZA – PEDIATRIA – AMBULATORIO TISIATRICO; tutti reparti coinvolti nella perdita della Indennità infettivologica restituendo 400 euro una tantum.

• Quota una tantum anche per la riorganizzazione della DOMICILIARE DI IMOLA – CENTRALE DI STERILIZZAZIONE – TECNICI DI FARMACIA – TUTTO IL PERSONALE COINVOLTO PER LA GESTIONE DEL GAAC e del GRU – DISAGIO CHE HA COINVOLTO GLI AUTISTI 118;

• Grazie alla denuncia di FIALS recuperati circa 50.000 euro da art 113 funzioni tecniche che vedono coinvolti anche TUTTO IL SERVIZIO TECNICO – ECONOMATO – INGEGNERIA CLINICA – TIR – FARMACIA – POLO FORMATIVO; dopo anni di silenzio da parte dei vecchi sindacati finalmente i dipendenti rivedono i loro soldi, mentre per recuperare gli arretrati FIALS è partita con il contenzioso legale.

• Nuovi passaggi di fascia per il 2019, rischio quizzettone evitato, manteniamo le promesse fatte anche se non è stato facile visto che qualcuno sembrerebbe molto legato a questa indegna modalità di selezione. Spezzate queste catene finalmente.

“Abbiamo sostenuto la necessità di rivedere le posizioni organizzative e l’urgenza di nuove assunzioni e strategie volte a limitare gli straordinari e i turni  aggiuntivi visto che ad oggi si paga tutto il disagio con i fondi dei lavoratori e non dal bilancio, questo sempre per colpa di una politica sindacale da suicidio. Nursind, Nursing Up e Uil assenti ai lavori e quindi praticamente nulli e disinteressati ai lavoratori, non ci meravigliamo più di nulla” – conclude De Pandis.

Redazione

Servizio Redazionale.

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394