Infermieri, Oss e Professionisti Sanitari: aumenti di stipendio con i passaggi di fascia.

Infermieri, Oss e Professionisti Sanitari: aumenti di stipendio con i passaggi di fascia.

Sul caso interviene il segretario provinciale della FIALS di Bologna, Alfredo Sepe, che spiega il suo progetto.

Il segretario provinciale della FIALS di Bologna, Alfredo Sepe, che nella giornata di ieri ha annunciato la nascita di un gruppo infermieristico che si candida a conquistare e a guidare l’OPI metropolitano, scende in campo a difesa degli stipendi di Infermieri, Infermieri Pediatrici, Ostetriche/i, Operatori Socio Sanitari e di Professionisti e Tecnici Sanitari. L’esponente sindacale parla di un “asso nella manica” per incrementare gli stipendi dei lavoratori della sanità: “si può ripartire con i passaggi di fascia, ormai da troppi anni bloccati dalle scelte insensate degli altri sindacati, troppo vicini alle politiche aziendali”.

“Basta utilizzare le risorse della Legge 50/2016 art.113, ( incentivi appalti) risorse fresche da riversare nei fondi contrattuali destinati alla contrattazione integrativa, solo per le aziende sanitarie della provincia di bologna, parliamo di circa 1 milione di euro, che possono e devono essere utilizzati per fare nuove PEO (progressioni economiche orizzontali) a favore della gente che ”tira la carretta’ ogni giorno tra le corsie dei nostri Ospedali – riferisce Sepe ad AssoCareNews.it – le risorse sono state ”scoperte” da FIALS dopo una Diffida dello studio legale inviata ai vertici delle aziende sanitarie, che non erano intenzionate a inserire tali risorse nei fondi contrattuali, a beneficio dei lavoratori, ma intenzionate con la complicità di altri sindacati ad investirle per i soliti NOTI. Siamo pronti, e noi lo siamo veramente a differenza di altri che lo proclamano solamente, allo scontro con le Direzioni e gli altri sindacati, per portare avanti al nostra proposta, anche ricorrendo in Tribunale, i lavoratori sono stanchi di subire e di non essere valorizzati economicamente e professionalmente”.

Qui in alto e di lato il modulo da compilare per aderire alla petizione finalizzata alla richiesta degli aumenti: LINK.

Potrebbe interessarti...