histats.com

Infermieri e Oss licenziati negano di esser stati beccati a dormire.

Infermieri e Oss licenziati negano di esser stati beccati a dormire.

Per i sindacati Cgil e FIALS la punizione è sproporzionata rispetto all’accusa. Ordine degli Infermieri punta il dito.

Sul caso del licenziamento di 2 Infermieri e 1 Operatore Socio Sanitario all’ospedale Maggiore di Bologna ci sono polemiche. Gli interessati negano gli addebiti e dicono di non aver sentito i campanelli suonare e di essersi meravigliati dell’arrivo in Medicina di altri colleghi piombati a cercarli. I tre, secondo i loro legali, avevano terminato tutte le attività previste in planning ed erano in una stanza a leggere le notizie su un terremoto. E che non dormivano affatto. Tutto è accaduto nella notte tra il 14 e il 15 gennaio 2019. I pazienti chiedevano assistenza e dopo il mancato intervento del personale hanno deciso di rivolgersi all’esterno, chiamando i soccorsi dell’emergenza.

Sul caso era intervenuto nei giorni scorsi anche l’Ordine degli Infermieri di Bologna, annunciando sanzioni disciplinari agli Infermieri coinvolti nell’accaduto. Ciò per una presunta violazione dei dettami del nuovo Codice Deontologico dell’Infermiere, appena emanato. Anche questa presa di posizione dell’OPI bolognese sembra fuori dalla logica della cautela e del capire cosa è successo in realtà. Prima di condannare questi colleghi, spiegano da CGIL e FIALS, occorre per prima cosa capire cosa è successo. E un Ordine professionale, prima di prendere qualsivoglia decisione, ha l’obbligo di accertare che i fatti contestati rispondano al vero.

Al momento ci sono solo dei licenziamenti e delle richieste di reintegra lavorativa, che sono nelle mani dei giudici. Sarà il tribunale del lavoro a sentenziare se i tre hanno sbagliato o meno.

Tutta la vicenda sembra assurda, perché diciamoci la verità, a chi non è mai scappato il sonno durante il turno di notte?

Qui ci sono dei Pazienti di mezzo a cui dare assistenza, ma anche delle famiglie (quelle di Infermieri e OSS) che di punto in bianco si ritrovano sul lastrico. E per quale ragione? 

A voi la risposta.

Dott. Angelo Riky Del Vecchio

Dott. Angelo Riky Del Vecchio

Nato in Puglia, vive e lavora in Emilia Romagna, Giornalista, Infermiere e Scrittore. Già direttore responsabile di Nurse24.it, attuale direttore responsabile del quotidiano sanitario nazionale AssoCareNews.it. Ha al suo attivo oltre 15.000 articoli pubblicati su varie testate e 18 volumi editi in cartaceo e in digitale.

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: