histats.com
domenica, Febbraio 5, 2023
HomeCronacaDall'esteroMedici, Infermieri e Professioni Sanitarie in sciopero in Grecia. Dignità, no alla...

Medici, Infermieri e Professioni Sanitarie in sciopero in Grecia. Dignità, no alla fame, sì alla vita.

Pubblicità

Medici, Infermieri e Professioni Sanitarie in Grecia: “nuovo sciopero della fame dei sanitari sospesi in Grecia. Dopo quello del febbraio scorso durato 33 giorni. Aiutateci. Divulgate la nostra lotta per la Democrazia e la Libertà. Per il diritto al Lavoro e alla Vita”.

“Diamo inizio allo sciopero della fame per seconda volta! 15 mesi di indigenza, Senza stipendio, lavoro e assicurazione! Niente più morti! La giustizia non è rimasta intatta! La Libertà nel filo spinato! La Repubblica si trasformò in una tirannia! Abbiamo il sacro dovere di ripristinarli! Dalla collina sacra di Pnica! Operatori sanitari sospesi dal lavoro! Lottatori liberi inarrestabili! Che la società si assuma il suo dovere! PRETENDIAMO Abrogazione immediata della legge 4820/21! No alla privatizzazione del SSN!”.

Tre eroi degli operatori sanitari sospesi, Lambros, Pericle e Irene, iniziano uno sciopero della fame per la seconda volta, dopo quello dei sei operatori sanitari del marzo 2022 durato 33 giorni interi!

– Dal 1/9/21 senza stipendio e assicurazione, con divieto legislativo di fare altri lavori basato sui dati epidemiologici di allora per motivi sanitari di emergenza, sono stati sospesi 7000 operatori sanitari del SSN e oltre 15000 individui, farmacisti, dentisti, fisioterapisti, dipendenti di strutture sanitarie private o pubbliche.

– Il Ministero della Salute si rifiuta da mesi di rispettare l’ordine del Consiglio di Stato di convocare un Consiglio dei Ministri per valutare le attuali condizioni sanitarie al fine di procedere alla revoca delle sospensioni, anche se quasi tutte le misure in Grecia e in tutti i paesi sono state revocate.

– Il Consiglio di Stato, invece di applicare sanzioni disciplinari, ha preso sostanzialmente una decisione non motivata, non ha tenuto conto degli effetti collaterali dei vaccini, richiesti 3 volte al Ministero della Salute ritenendoli un elemento necessario, e invece quest’ultimo si è rifiutato di somministrarli.

– La magistratura è intrappolata in decisioni del Consiglio di Stato che sono essenzialmente illegali, in quanto “una legge che è marginalmente costituzionale” non esiste come termine legale e significa essenzialmente “legge illegale”, quindi non procede con i processi e rinvia tutti i ricorsi legali.

– La società ancora profondamente spaventata dalla propaganda non scientifica che continua, ignora lo sterminio sistematico imbavagliato dai media di migliaia di famiglie, o è indifferente.

– La Chiesa legata alla politica insensibile e fascista del governo rifiuta qualsiasi sostegno, finanziario o morale.

– Gli operatori sanitari esausti all’interno degli Ospedali, pur essendo vaccinati, sono stati infettati, si sono ammalati, hanno trasmesso, poiché devono tornare il 5° giorno di malattia, anche se sono positivi. Una grande percentuale di loro è considerata non vaccinata, in quanto non hanno proceduto alla 3° dose, ma rimangono al loro posto lo stesso.

– Gli Ospedali privi di personale vacillano e operano sull’orlo del rischio, o di fatto chiudono.

– Il SSN viene sciolto e molti medici sono costretti a dimettersi e cercare lavoro all’estero, mentre la privatizzazione procede legislativamente.

Tutto il mondo deve finalmente conoscere la situazione in Grecia e stare al nostro fianco nella nostra sacra lotta per la Democrazia, la Giustizia e la Libertà! Per noi stessi, per i nostri genitori, per i nostri figli e per i nascituri!!!!!!!!!

VIDEO DELL’ANNUNCIO DELL’INIZIO DI UNO SCIOPERO DELLA FAME DALLA ROCCIA SACRA DELLA PNIKA:

RELATED ARTICLES

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394