coordinatore francesco scorzelli
Pubblicità

Infermiere Coordinatore rischia il posto di lavoro: ha disubbidito agli ordini per tutelare infermieri e oss dal rischio contagio Covid19.

Infermiere Coordinatore si è rifiutato di obbedire all’ordine ricevuto per iscritto dai propri superiori di mandare allo sbaraglio nei reparti Covid allestiti in fretta e furia gli oss e gli ausiliari di cui è coordinatore infermieristico.

Secondo lui infatti non erano abbastanza preparati e avrebbero rischiato di infettarsi e infettare gli altri.

Per l’atto di “insubordinazione” ieri Francesco Scorzelli, 62 anni, coordinatore del Servizio trasporti centralizzati del San Leopoldo Mandic.

Nella sua mansione sovrintende il trasporto provette, referti e degenti da un reparto e un ambulatorio all’altro, è finito sotto accusa davanti ai componenti dell’ufficio Procedimenti disciplinari.

Come riporta Il Giorno, il coordinatore dell’Stc, che è anche funzionario dell’Usb e sindacalista della Rsu, rischia il licenziamento.

Vengono imputati non soltanto la disobbedienza, ma anche i “toni ingiustificatamente polemici” e i “commenti denigratori” con cui ha opposto il rifiuto.

Oltre a questo, anche le note che avrebbe divulgato pubblicamente sulla vicenda e le “minacce” di chiedere l’intervento diretto dei magistrati della Procura della Repubblica.

Dal canto suo lui, accompagnato dall’avvocato di fiducia Gianluigi Valesini, ha negato qualsiasi addebito.

“Era un ordine illegittimo e pericoloso”, ha spiegato, sostenendo con forza che era quindi suo dovere disattenderlo. Dopo il “processo” e la “requisitoria” per “la sentenza” ci vorrà probabilmente qualche giorno.