histats.com
mercoledì, Maggio 22, 2024
HomeInfermieriConcorsi InfermieriConcorso Infermieri Puglia. Gli idonei chiedono incontro con Emiliano, Palese e Montanaro:...

Concorso Infermieri Puglia. Gli idonei chiedono incontro con Emiliano, Palese e Montanaro: “Assumeteci!”.

Pubblicità

Continuano le proteste degli Idonei del Concorso Infermieri Puglia 2019. L’altro giorno una delegazione ha protestato a Bari: “assumeteci, ne abbiamo il diritto”.

Mancano gli Infermieri in Puglia, ma la Regionale e le aziende sanitarie-ospedaliere continuano a non assumerli nonostante la presenza di oltre 3000 idonei rivenienti dalla graduatoria del mega-Concorso del 2019.

La Regione e le aziende hanno assunto finora solo i vincitori, ovvero 566. E stanno mandando a casa pian piano tutti coloro che hanno accettato di lavorare a tempo determinato attraverso la graduatoria provvisoria del Concorso, mediante Avvisi Pubblici Covid o pronte disponibilità.

In Puglia gli Ospedali e le strutture del territorio sono da settimane al collasso. Manca personale, poche assunzioni e turni straordinari che i presenti in servizio.

Per quanto già detto l’altro giorno gli Infermieri Idonei del Mega-Concorso hanno inscenato nel Capoluogo pugliese un sit-in di protesta alla presenza di una fitta delegazione di colleghi, che hanno chiesto chiaramente un urgente incontro con il governatore Michele Emiliano, l’assessore alla sanità Rocco Palese e il direttore del dipartimento salute Vito Montanaro.

Ad oggi nulla è accaduto, mentre le aziende hanno già comunicato agli interessati che i contratti in scadenza a maggio e giugno 2022 saranno prorogati al massimo fino al 30 giugno 2022. Dopo non si sa cosa accadrà.

Sotto pressione, per mancanza di personale infermieristico, sono soprattutto i reparti e i settori dell’Emergenza-Urgenza (Servizio 118, Pronto Soccorso, Aree Covid, Terapia Intensiva Respiratoria e via discorrendo).

Cosa accadrà? Vedremo, al momento le voci che girano non sono buone: secondo alcuni Regione, sindacati e aziende si sarebbero accordati per stabilizzare chi ha raggiunto i 36 mesi della Legge Madia e i 18 delle normative assunzionali legate alla Pandemia Covid. Tutto ciò si traduce in un inconfutabile assioma: gli Idonei al momento resteranno a casa o saranno costretti, se in aspettativa, a tornare nei luogo di provenienza al Nord o all’estero.

Speriamo solo di sbagliarci.

Ecco il servizio dei colleghi di AntennaSud:

Qua è prevista la visualizzazione di un video Youtube, ma non può essere visualizzato perché non hai dato il consenso all'istallazione dei cookie di tipo Marketing. Se vuoi visualizzare questo video devi dare il consenso all'installazione dei cookie Marketing. Vai nelle Impostazioni cookie e abilita i cookie Marketing.
RELATED ARTICLES

1 commento

Comments are closed.

Novità

© 2023-2024 Tutti i diritti sono riservati ad AUSER APS - San Marco in Lamis - Tra sanità, servizi socio sanitari e recupero della memoria - D'intesa con AssoCareINFormazione.it.

© 2023-2024 ACN | Assocarenews.it

Quotidiano Sanitario Nazionale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Andrea Ruscitto, Lorisa Katra, Luigi Ciavarella, Antonio Del Vecchio, Francesca Ricci, Arturo AI.

Per contatti: WhatsApp > 3474376756Scrivici

Per contatti: Cell. > 3489869425PEC

Redazione Centrale: AUSER APS - Via Amendola n. 77 - San Marco in Lamis (FG) – Codice Fiscale: 91022150394