histats.com
domenica, Febbraio 25, 2024
HomeIn evidenzaTolc Med 2023 nel caos. Uno studio legale lancia le accuse: "tutto...

Tolc Med 2023 nel caos. Uno studio legale lancia le accuse: “tutto da rifare test di Medicina e Chirurgia”.

Pubblicità

Le irregolarità denunciate dallo studio legale Leone-Fell & C. sui TOLC MED 2023 sono molto gravi e, se confermate, avrebbero conseguenze importanti per il sistema universitario italiano.

La ripetizione delle domande tra le varie sessioni ha permesso ai candidati di sostenere il test più volte e accumulare familiarità con le domande, ottenendo un vantaggio ingiusto rispetto a chi ha sostenuto il test una sola volta.

L’equalizzazione errata dei punteggi ha favorito i candidati che hanno sostenuto il test in luglio, a scapito di chi ha sostenuto il test in aprile.

La diffusione della banca dati delle domande sul web ha permesso a chiunque di accedervi e prepararsi alle prove, anche a chi non aveva le conoscenze e le competenze necessarie per superare il test.

Se le accuse dello studio legale fossero confermate, si tratterebbe di una grave violazione dei principi di trasparenza e equità dei test di accesso alle facoltà di medicina e veterinaria.

Questa vicenda potrebbe portare a un ripensamento del modello di test utilizzato in Italia, con l’obiettivo di garantire che tutti i candidati abbiano le stesse opportunità di accedere a queste facoltà.

Test medicina 2023: tutto da rifare?

Violazioni del bando, quiz ripetuti tra le varie sessioni, equalizzazione errata, banca dati diffusa nel web: ecco alcune delle irregolarità dei TOLC MED 2023 denunciate dallo studio legale Leone-Fell & C. Tutto da rifare? Lo studio legale ha presentato un esposto in procura e un ricorso collettivo al Tar Lazio, dopo la pubblicazione della graduatoria del 5 settembre. Lo riferisce il portale Studenti.it.

Ricorso test medicina 2023.

Secondo lo studio legale Leone-Fell & C. le domande di aprile erano le stesse di luglio. Quindi ad aprile sono state raccolte le domande, condivise e vendute sul web da candidati e da alcune scuole di preparazione. Questo ha permesso la creazione di una grande banca dati con un numero esorbitante di quiz effettivamente somministrati e su cui i più fortunati hanno potuto esercitarsi, imparando a memoria le risposte corrette: “Abbiamo in nostro possesso circa 100 testimonianze audio di persone che hanno ottenuto la banca dati direttamente dalle scuole di preparazione“.

Domande del test medicina già in rete.

Secondo lo studio legale il CISIA ha avuto il sospetto che le domande circolassero già in rete. La notizia sulla fuga di dati era stata però smentita dal Consorzio. “Il nostro studio legale – spiegano gli avvocati – è però entrato in possesso di ben tre file contenenti oltre 500 domande che si ripetevano in maniera identica e che conferma invece che da aprile, tali file, girano tra i vari gruppi, a vantaggio di alcuni e a danno di altri. Le nostre fonti, hanno confermato che la banca dati è stata fornita anche da alcune scuole di preparazione che pare abbiano mandato i propri docenti a svolgere il test ad aprile con il solo scopo di reperire i quiz. Questa cosa, a nostro avviso – continuano – è di una gravità inaudita”.

_________________________

AVVISO!

  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a redazione@assocarenews.it
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AssoCareNews.itLINK

Consigliati da AssoCareNews.it:

RELATED ARTICLES

Novità

© 2023-2024 Tutti i diritti sono riservati ad AUSER APS - San Marco in Lamis - Tra sanità, servizi socio sanitari e recupero della memoria - D'intesa con AssoCareINFormazione.it.

© 2023-2024 ACN | Assocarenews.it

Quotidiano Sanitario Nazionale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Andrea Ruscitto, Lorisa Katra, Luigi Ciavarella, Antonio Del Vecchio, Francesca Ricci, Arturo AI.

Per contatti: WhatsApp > 3474376756Scrivici

Per contatti: Cell. > 3489869425PEC

Redazione Centrale: AUSER APS - Via Amendola n. 77 - San Marco in Lamis (FG) – Codice Fiscale: 91022150394