Primo Maggio: Fials chiede lavoro più sicuro in sanità.
Primo Maggio: Fials chiede lavoro più sicuro in sanità.
Pubblicità

La FIALS di Ferrara è in stato di agitazione e gli Infermieri, gli OSS e le Professioni Sanitarie minacciano di scendere in piazza per chiedere aumenti stipendiali, nuovi concorsi e nuove assunzioni.

In una nota della segretaria territoriale della FIALS di Ferrara, Mirella Boschetti, si denota tutta la rabbia per riconoscimenti al personale sanitario e socio-sanitario promessi, ma mai arrivati. Ora il sindacato minaccia lo sciopero generale.

Lo fa attraverso una nota, inviata agli organi di informazione, e sottoscritta dalla stessa Boschetti. Vediamo cosa chiede.

Ecco la nota della FIALS di Ferrara a firma della segretaria Mirella Boschetti.

“L’estate sta finendo”, ma CONTINUA IL SILENZIO SUL FUTURO DELLA SANITA’ FERRARESE, ad oltre due mesi dall’insediamento dei nuovi Direttori Generali ed allo Spot della “FUSIONE DELLE DUE AZIENDE” che li ha accompagnati.

QUALI SERVIZI e QUALE PROGETTO DI SANITA’ intendono realizzare i neo Direttori Generali? 
 MA, SOPRATTUTTO con quali DOTAZIONI ORGANICHE intendono farli funzionare, con l’emergenza COVID in corso ed i bisogni di salute della popolazione da garantire, che hanno subito una “battuta di arresto” da inizio 2020 e, con l’influenza alle porte?

LA FIALS SCENDE IN PIAZZA PER CHIEDERE RISPETTO PER I PROFESSIONISTI DELLA SANITA’,
stremati dall’emergenza COVID, innestata su una pregressa situazione di criticità.
Bisogna assumere, serve un maggior coinvolgimento dei professionisti che sono in prima linea.

LA FIALS NON DARA’ TREGUA, SARA’ IN PIAZZA PER SOLLECITARE: 
IL PIANO ASSUNZIONI E CONCORSI, LO SCORRIMENTO DELLE GRADUATORIE, per una sanità che funzioni, SERVONO ORGANICI ADEGUATI, servono infermieri, OSS, Tecnici Riabilitazione, ecc. 
BISOGNA ASSUMERE OPERATORI SANITARI A TEMPO INDETERMINATO, PER UNA RIPARTENZA, degna di questo nome.
LA FIALS IN PIAZZETTA MUNICIPALE CONTRO L’INDIFFERENZA DEI VERTICI AZIENDALI, PER SOLLECITARE LA RIPRESA DEI TAVOLI DI CONFRONTO SINDACALE come più volte richiesto, da ultimo con lettere 
del 4 e del 17 luglio e del 2 settembre c.a.

1 – soppressione del TURNO NOTTURNO di 11 ORE criticità specifica dell’AUSL;
2 – attivazione MOBILITA’ INTERNA ORDINARIA VOLONTARIA AUSL, per tutte i profili professionali, sanitario, tecnico e amministrativo, soprattutto per gli INFERMIERI bloccati da un decennio, per garantire “pari opportunità” e criteri trasparenti;
3 – la liquidazione dei compensi spettanti alle GUIDE DI TIROCINIO per l’anno 2019;
4 – riconoscimento dei TEMPI DI VESTIZIONE come previsto dal CCNL 2016-18 art.27, norma da lungo tempo disattesa e che, allargherebbe la platea degli aventi diritto;
5 – FONDI CONTRATTUALI;
6 – PROGRESSIONI ECONOMICHE ORIZZONTALI (FASCE), – PROGRESSIONI VERTICALI;
7 – INCARICHI DI FUNZIONE PER PROFILO AMMINISTRATIVO, MAPPA DEI POSTI E TEMPOGRAMMA
8- PREMIALITA’ ED INCENTIVI.

La Segretaria Generale Territoriale
 FIALS Ferrara
Mirella Boschetti